Harden
LaPresse/Reuters

James Harden respinge, con il sorriso, il paragone con Michael Jordan e pensa all’anello: il ‘Barba’ vuole il titolo NBA ma non ne è ossessionato

La nuova stagione NBA sta per arrivare e gli Houston Rockets, come da diversi anni a questa parte, si affideranno a James Harden per puntare ad un titolo che, dopo il ‘ridimensionamento’ degli Warriors sembra non essere destinato ad avere un vero e proprio padrone designato già dalla vigilia.

LaPresse/Reuters

Il gm Daryl Morey punta forte sul ‘Barba’ che, qualche settimana fa, ha paragonato a Michael Jordan a livello realizzativo. Intervistato a Bleacher Report, James Harden ha scherzato sul paragone: “Daryl (ride, ndr) è pazzo. Obiettivi personali? Non ho ancora realizzato la metà di ciò che voglio fare, ad esempio conquistare più titoli possibili. Voglio essere uno di quei giocatori di basket che non verrà mai dimenticato. Proprio come Kobe, Jordan, Wade. Voglio potermi ‘sedere a tavola’ con loro quando si parla di titoli, riconoscimenti e impatto sulla Lega”.

Harden nba
James Harden (LaPresse)

La stella dei Rockets ha già pensato : “vincere un titolo? Certo che conta per me. Ci ho pensato forse nell’ultimo anno e mezzo. Sono sulla buona strada. Non puoi affrettarti a vincere un titolo. Alcuni lo vincono presto, altri lo vincono tardi. È questione di tempo. Quando verrà il momento, se verrà, lo accoglierò tranquillamente. Devo solo avere pazienza, continuare a farmi il culo, continuare ad essere un grande leader, un ottimo compagno di squadra e provare a fare di tutto con il nostro talento a disposizione. Penso che siamo tutti sulla stessa linea d’onda. Forse alcune cose avrei potuto fare le cose diversamente e probabilmente ora avrei già vinto un campionato. Ma sto bene con il solo fatto di essere a Houston e di poter immaginare un modo di riuscire a portare a casa un titolo. Troverò un modo per vincere un campionato, almeno uno. Lo farò a Houston. Ma questo pensiero non mi mangerà l’anima. Mi sento a mio agio per la carriera che sto vivendo. Ho fiducia nel nostro front office, voglio finire la mia carriera con la maglia degli Houston Rockets e poi dedicarmi ad altre sfide, nel mondo degli affari, per trovare sempre un modo per avere impatto sul mondo attorno a me. Come mi vedo a 40 anni? Con 2, 3, 4 anelli. Pure un paio di MVP… ah, anche i capelli bianchi”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE