Nadal, 19 volte fenomeno! È sua la finale US Open: Medvedev esce a testa altissima dopo 5 ore di spettacolo

AFP/LaPresse

Rafa Nadal vince la finale US Open dopo 4 ore e 54 minuti di spettacolo senza esclusione di colpi: per lo spagnolo sono 19 Slam in carriera. Medvedev esce a testa altissima

La grande notte è arrivata! Il campo centrale di New York ospita la finalissima degli US Open, ultimo appuntamento Slam dell’anno che, in attesa di Coppa Davis e ATP Finals, chiude virtualmente la stagione tennistica.

AFP/LaPresse

Una finale inaspettata alla vigilia del torneo, nella quale non sono presenti né il campione in carica Djokovic, né Roger Federer, il Fab-4 più vincente. C’è Rafa Nadal, alla sua terza finale Slam di una stagione a dir poco eccezionale, contro un avversario inaspettato, il giovane russo Daniil Medvedev, anche lui a coronamento di un’annata che può tranquillamente essere definita la migliore della carriera.

AFP/LaPresse

La finale è uno spettacolo eccezionale che, se siete rimasti svegli fino le 03:00 di notte in Italia, è valsa sicuramente lo sforzo. Dopo i primi due set, scivolati via 5-7 / 3-6, il match sembrava in completa discesa per Nadal che aveva dovuto sudarsi solo il primo parziale. Sotto di due set contro un 18° volte campione Slam, in molti si sarebbero abbattuti, ma non Medvedev. Il russo è rimasto sempre in partita firmando una pazzesca rimonta: servizio mortifero, difesa incredibile e saggia gestione delle energie fisiche anche a costo di ‘regalare’ qualche game, permettono al nativo di Mosca di ristabilire la parità con un 7-5 / 6-4. Si decide tutto al quinto set nel quale Medvedev non molla, ma Nadal dà fondo ad ogni riserva di talento che gli è rimasta in corpo, definendo il divario fra un fenomeno e un ottimo giocatore: break al quinto e al settimo game di marca spagnola, Medvedev prova la rimonta in extremis ma si ferma ad un passo dal 5-5. Finisce 4-6 per Rafa che crolla esanime al suolo.

AFP/LaPresse

Per Nadal sono 27 finali major e 19 trofei Slam vinti. Lo spagnolo alza al cielo il 4° US Open della sua straordinaria carriera e si porta ad un solo Slam da Roger Federer al termine di una stagione che lo ha visto trionfare per la 12° volta al Roland Garros e perdere in finale agli Australian Open. Va comunque fatto un plauso a Medvedev. Il 23enne russo ha vissuto una stagione da grande protagonista vincendo a Sofia e a Cincinnati, e perdendo le finali di Brisbane, Barcellona, Washington e Montreal, quest’ultima proprio contro Rafa Nadal. Il moscovita è entrato di diritto in top 10 (n°4 al mondo) grazie al suo talento e ha dimostrato di poterci restare a lungo se i risultati lo premieranno. Lo ha riconosciuto anche il pubblico newyorkese che, dopo i fischi dei giorni scorsi, ai quali Medvedev ha risposto con qualche gestaccio e delle dichiarazioni al vetriolo, ha voluto tributare il giusto riconoscimento dopo una finale giocata in maniera stellare, ad un ragazzo che rappresenta il presente e il futuro della disciplina.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

Rating: 4.5/5. From 2 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (16952 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery