MotoGp – Dalla bega Quartararo alle novità Yamaha, Valentino Rossi svela: “ecco cosa sarà importante per capire se avrò la voglia di continuare dopo il 2020”

Costanza Benvenuti - LaPresse

Valentino Rossi a 360 gradi a Misano: il Dottore tra forti emozioni ed importanti novità alla vigilia del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini

I tifosi italiani della MotoGp sono pronti per assistere al Gp di San Marino e della Riviera di Rimini, il vero Gp di casa di Valentino Rossi. Il Dottore ha iniziato la sua settimana coronando un suo grande sogno, avendo l’opportunità di guidare la sua M1 in strada, dalla sua Tavullia fino a Misano.

valentino rossi

AFP/LaPresse

E’ stato un momento veramente emozionante, per davvero è un sogno che avevamo da bambini, la strada che va dal ranche passa per Tavullia fino alla VR da piccoli facevamo le gare, adesso ci sono due rotonde, è un po’ cambiata, era un po’ il posto dove si facevano le gare, dal centro giovanile, si partiva per vedere chi faceva più forte la curva, era bella, per la M1 ho fatto un po’ di fatica, era stretta. Poi era pieno di gente, già martedì c’era un sacco di gente, mi sono fermato in piazza, sono stato un po’ lì ho fatto le foto, poi sono andato giù fino alla VR, ho fatto due impennate“, ha dichiarato in una speciale intervista ai microfoni di Sky Sport MotoGp.

valentino rossi

AFP/LaPresse

La vita quando si arriva ad una certa età come me ti insegna che non devi essere particolarmente triste quando le cose vanno male e nemmeno particolarmente super extra felice quando le cose vanno bene, devi tenere la barra nel mezzo, non facile, è un po’ il carattere, ma da un certo puntodi vista è difficile perchè arrivi al weekend di misano e hai un sacco di pressione e cose da fare, ma è un privilegio essere ancora qua a correre con questa moto davanti a tutti e provare a stare lì davanti“, ha aggiunto poi il Dottore parlando delle sue manifestazioni non troppo esagerate.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Il nove volte campione del mondo si è posi focalizzato sulla gara di Misano e sui test effettuati qualche settimana fa: “la pista ha un anno in più e secondo me è un po’ più lenta dell’anno scorso per via del grip, l’anno scorso la gara è stata deludente, ho finito ssetitmo ma anche durante il weekend sono andato piano, nei test è andata meglio, la Yamaha sta lavorando, sembra sia un momento in cui tutti i piloti della Yamaha siano in forma, anche per forza, visto al bega di Quartararo, da una parte è una bega vera, tutti avremmo preferito che non ci fosse, ma dall’altra ci spinge ad andare tutti più forte. Fabio intanto ha un talento fuori dal comune, mi aspettavo fosse veloce ma non così, vedere i tempi che fa anche nelle prove è incredibile, ma lui sale in moto non pensa a niente, no nha un trascorso di esperienze negative, tipo che se entra bel curvone senza frenare non va bene, non si è mai steso. E’ sorprendente. Speriamo che finisca presto questa sensazione o che peggiori un pochino“.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Tutte cose piccoline, doppio scarico, addolcisce l’erogazione, finalmente, forcellone in carbonio mi piace perchè la moto diventa un po’ più precisa, finalmente sembra che arriviamo ai test e abbiamo cose vere da provare, come se la Yamaha si stesse impegnando, questa è una cosa positiva. Io quando faccio i test cerco di capire se una cosa va meglio o peggio, senza guardare tanto i tempi, ma a me è sembrato meglio, siamo stati abbastanza competitivi. Non eravamo male anche di passo, eravamo abbastanza veloci, c’erano delle gomme evo, delle gomme da qualifica, tutti i tempi che si vedono erano tutti con le gomme da qualifica, qualcuno, come Marquez non le ha manco messe, quindi dai tempi non si sa. Quindi bisogna vedere domani per davvero tutti con le gomme uguali“, ha aggiunto sui test di Misano.

valentino rossi

AFP/LaPresse

La cosa positiva è che c’è una moto 2020, questo è buono, abbiamo fatto due test, c’è da lavorare, ma ci sono cose buone, abbiamo cominciato da Brno e questo è positivo, secondo me si evolverà almeno fino a febbraio dell’anno prossimo per avere il prototipo finale.  Bisognerebbe fare una terza parte di stagione buona, si lavora e già certe cose si possono mettere su quest’anno e poi i risultati dell’anno prossimo saranno importanti per capire se avrò la forza e la voglia necessaria per continuare o magari no“, ha continuato Valentino Rossi prima di aprire una parentesi sulla Formula 1: “Leclerc è un fenomeno, è uno forte di quelli veri, è un pilota vero, si vede dai risultati che ha fatto, ha vinto la Gp3 e al primo anno della Gp2 ha vinto, poi è arrivato in F1 ed è andato subito fortissimo con l’Alfa Romeo e poi in Ferrari sta facendo paura. La Formula 1 è molto bella, c’è tutta la generazione futura, a Monza è stato un weekend indimentcabile“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (34672 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery