MotoGp – L’avventura da Tavullia a Misano in M1 e la sua vera gara di casa, Valentino Rossi ottimista: “multa? No, era impossibile perchè…”

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi ottimista e fiducioso per il Gp di San Marino: le parole del Dottore nella conferenza stampa di Misano

Si apre ufficialmente il sipario sul weekend di gara del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini. I piloti sono pronti a gareggiare sul circuito di Misano, per quello che si prospetta un weekend spettacolare. Non vede l’ora di sfrecciare in pista davanti al suo pubblico Valentino Rossi, che arriva a questo nuovo appuntamento stagionale con sensazioni positive dopo i test di Misano.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Il Dottore ha potuto vivere una giornata speciale, martedì, guidando la sua M1 su strada dalla sua Tavullia fino a Misano: “è stato un momento fantastico, perchè è stato un sogno che avevo quando ero bambino, conoscevo molto bene quella strada, andavamo sempre avanti indietro col nostro scooter, perchè è una strada divertente con tante curve, e mi sono detto è bello una volta provare la mia M1 a Tavullia, è stato possibile ed è stato divertente, ho provato belle sensazioni anche in strada, mi aspettavo che sarebbe stato difficile invece è andata bene“, ha esordito in conferenza stampa . “Andavo a 170 credo. Multa? No, ma credo che sia impossibile, avevo il casco e la strada era chiusa“, ha aggiunto.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Valentino Rossi ha poi aperto una parentesi sul Gp di San Marino: “Misano per me è sempre un Gp speciale, è il mio vero e proprio Gp di casa, nelle ultime gare sono andato un po’ meglio ma a Silverstone dopo un solido weekend in gara volevo provare a guidare per il podio, ma non ero abbastanza forte per farlo, quindi ci riproveremo d nuovo qui, abbiamo fatto dei test importanti, nei quali il risultato è stato buono, mi sento bene in moto e quindi ci proveremo, siamo pronti e vedremo se siamo pronti per lottare per il podio. Abbiamo testato alcuni pezzi importanti, ho avuto buone sensazioni, non male, non fa una grossa differeneza ma mi è piaciuto sia il forcellone che il nuovo scarico si adatta al mototre, non c’è una grossa differenza, ma abbiamo lavorato, la yamaha ha lavorato a quanto pare nella direzione giusta e le sensazioni dopo i test sono positive“.

Infine il nove volte campione del mondo ha risposto alla domanda dei social, riguardante Lando Norris ed il casco che ha indossato al Gp di Monza: “sono molto contento e fiero, per me è un onore, all’inizio della stagione sono arrivati nuovi piloti come Lando o Albon, che hanno detto che sono cresciuti seguendomi, è molto bello, mi piace, sono due piloti molto forti, Lando ha fatto un gran lavoro, è stato un grande piacere, ora ci scambieremo i caschi il primo possibile. L’ho incontrato a Silverstone, è un bravo ragazzo, giovane ma già  molto intelligente e dimostra molta più esperienza della sua età“.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (34672 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery