Moto3 – Tatsuki Suzuki trionfa sul circuito di Marco Simoncelli, la rivelazione: “mai incontrato e tifavo contro di lui”

Alessandro La Rocca/LaPresse

Tatski Suzuki porta Marco Simoncelli sul gradino più alto del podio nel circuito intitolato al Sic: ‘una storia troppo bella’

Le emozioni vissute domenica con Tatsuki Suzuki a Misano nella gara di Moto3 sono indescrivibili. Ancora trema la voce a raccontare l’impresa del giovanissimo pilota giapponese del Team Sic58, che un anno dopo dalla sua promessa su Twitter a Marco Simoncelli è riuscito a portare la squadra del padre Paolo sul gradino più alto del podio, proprio nella pista intitolata all’ex pilota scomparso otto anni fa.

Alessandro La Rocca/LaPresse

È una storia troppo bella. Svegliarsi al mattino e vedere la coppa ti fa capire che è tutto vero. Dopo il primo podio a Jerez i meccanici per scherzo mi avevano detto: “Pensa se vinci a Misano”. È successo. Sulla pista che ha il nome di Marco, con la sua squadra. Sì, è una storia troppo bella“, ha raccontato Suzuki alla ‘rosea’.

LaPresse

Il giovane giapponese non ha mai incontrato Marco: “anzi, tifavo contro di lui, quando Aoyama gli ha strappato il Mondiale 250 nel 2009. Adesso, invece, quando cazzeggio a casa spesso metto su qualche filmato e lo guardo correre. Sono fissato“, ha svelato.

Alessandro La Rocca/LaPresse

A 14 anni i miei genitori hanno deciso che dovevo andare via da Chiba. In Giappone il livello dei piloti è in calo, ed è strano se pensi che tutte le più grandi Case sono laggiù. Mi hanno iscritto a una scuola internazionale vicino a Marsiglia. Il posto giusto eh? Mica sapevo dove sarei andato a finire. Quando ho visto in che posto ero capitato mi sono detto, “Minchia, ora come facciamo?”. Mi ha salvato il sogno di vincere il Mondiale, senza avrei perso presto la strada“, ha raccontato ancora Suzuki.

Alessandro La Rocca/LaPresse

Con Paolo mi sono trovato subito bene. Cioè, insomma. Il primo giorno del GP del Qatar sono caduto tre volte, immaginate le parolacce“, ha scherzato infine il pilota giapponese, che ha regalato una bellissima storia al Motomondiale e avrà sicuramente fatto impazzire di gioia il Sic.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35211 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery