AFP/LaPresse

Il ciclista italiano ha parlato dopo il bronzo ottenuto nella cronometro élite dei Mondiali di ciclismo 2019, un risultato che lo ha sorpreso

Un terzo posto sorprendente, che Filippo Ganna non si sarebbe mai aspettato di ottenere alla vigilia. La sua forza di volontà, il coraggio e un pizzico di fortuna gli hanno però permesso di chiudere sul podio la cronometro élite dei Mondiali di ciclismo in corso di svolgimento nello Yorkshire, inchinandosi solo a Dennis e Evenepoel.

Ganna
Lapresse

Incredulo nel post gara l’azzurro: “la mole da portare in cima alla salita era tanta, alla fine è andata bene, in macchina c’erano Velo e Cioni che mi hanno incitato tutto il tempo. Ringrazio anche loro con cui abbiamo fatto due giorni a vedere il percorso, anche se ricordarsi tutte le curve per 54 chilometri non era facile. Le gambe hanno retto bene ed è arrivata questa medaglia. Sono contento, adesso vediamo di riposarci e poi torneremo in pista per gli ultimi appuntamenti. Questa medaglia ha richiesto tanto lavoro, non è facile preparare una crono così lunga, questo risultato ha stupito anche me. Meno male che non ero pronto psicologicamente, altrimenti magari andava peggio. La qualificazione olimpica? Prima puntiamo alla qualificazione in pista, se poi il ct penserà che possa essere una pedina in più per la strada, io ci sono. Ci lavorerò, però è dura pensare di battere Dennis“.