davide cassani
Daniele Leone/LaPresse

Davide Cassani esalta le qualità del roster dell’Italia in vista dei Mondiali di Ciclismo 2019: il ct azzurro spende delle belle parole per ogni suo ciclista

E’ partito, ieri sera il raduno della Nazionale Uomini élite di Cassani a Torbole in programma fino a domani, mercoledì 25 settembre data in cui, con un volo da Verona, la Nazionale raggiungerà lo Yorkshire. Il CT Cassani ha voluto in raduno tutti e dieci gli azzurri, comprese le due riserve Formolo e Sbaragli. “Siamo una Squadra, per questo in raduno anche Formolo e Sbaragli“. Il primo allenamento degli azzurri è stato un training di qualche ora lungo le strade che costeggiano il lago di Garda e le zone limitrofe con le salite del Ballino e il Passo San Udalrico, quest’ultimo solo per Moscon, Puccio, Ulissi e Formolo. Complice il meteo favorevole.

Qui ci sono le condizioni ideali per allenarsi. Strade ottime e clima favorevole. Oggi è stato un allenamento tra i 70 ed i 110 km. Ognuno ha seguito la propria tabella perché c’è chi ha avuto bisogno di recuperare dopo le corse italiane. Domani ci saranno le cinque ore per tutti” – dice Cassani. Nel tardo pomeriggio di oggi, il CT Cassani e gli azzurri hanno incontrato la stampa presso l’Aktiv Hotel di Torbole alla presenza di Roberto Failodi, Ass. Sport e Turismo Provincia Autonoma di Trento; Maurizio Rossini, Ceo Trentino Marketing e Gianni Morandi, Sindaco di Nago Torbole.

AFP/LaPresse

Il CT Cassani e Matteo Trentin – La Nazionale di Cassani è una nazionale d’attacco: “non siamo la Nazionale favorita. Ma tutti hanno dimostrato di stare bene” – dice Cassani che di ogni azzurro commenta: “Trentin è il capitano. Considerate che si è messo a disposizione all’ultimo europeo nonostante fosse il campione in carica per l’obiettivo della Squadra. Moscon ha sempre fatto i mondiali in modo incredibile. E’ una pedina importante. Colbrelli è resistente, veloce e nelle corse impegnative riesce ad emergere. Ulissi è brillante e reattivo ed è in condizione. Tutte le volte che ha indossato la Maglia Azzurra Cimolai ha sempre dato il massimo. E’ un uomo veloce. Ed è un uomo di squadra. A Bettiol ho dato fiducia due anni fa. Voglio il Bettiol delle Fiandre. Puccio è l’uomo indispensabile. Visconti? Non potevo non convocarlo. Mi ha convinto nelle corse in Toscana“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android