AFP/LaPresse

Grazie al successo dei serbi sulle Filippine, l’Italia stacca il pass per la seconda fase del Mondiale e per uno dei quattro tornei preolimpici del prossimo anno

Si trattava di una semplice formalità, ma adesso è ufficiale: l’Italia si qualifica alla seconda fase del Mondiale e prenota un posto per uno dei quattro tornei preolimpici del prossimo anno dovranno qualificare quattro squadre ai Giochi di Tokyo 2020.

Dopo il successo sull’Angola, mancava quello della Serbia sulle Filippine, arrivato nel primo pomeriggio con il punteggio di 126-67 in favore dei serbi. Un risultato che permette così agli azzurri di festeggiare, in attesa di tornare in campo mercoledì 4 settembre per affrontare proprio la Serbia: in palio il primato della pool preliminare della rassegna iridata.