Mondiali Basket 2019 – Italia, la stoccata d’orgoglio di Hackett: che schiaffo alla critica e agli haters

LaPresse/Belen Sivori

Daniel Hackett pubblica sui social un duro messaggio contro la critica e gli haters: il playmaker azzurro difende i compagni e la prestazione dell’Italia

Sconfitta contro una Spagna solida e forte, anche se meno talentuosa rispetto alle versioni degli ultimi anni e successo in rimonta, ormai ininfluente, contro Portorico. Si è chiuso così il Mondiale di Basket 2019 dell’Italia che torna a casa con la sensazione di aver perso un’altra occasione per raccogliere un risultato importante.

Azzurri finiti, inevitabilmente, nel mirino della critica viste le sconfitte contro Serbia e Spagna, arrivate dopo due partite nelle quali l’Italia ha tenuto testa a due nazionali probabilmente superiori, salvo poi mostrare qualche limite tecnico e caratteriale che è costato la sconfitta proprio nelle fasi più calde della partita. Daniel Hackett, tramite un post social, ha voluto comunque difendere l’operato degli azzurri dalle critiche dei leoni da tastiera (e da divano) pronti a puntare il dito contro gli azzurri alla prima difficoltà

LaPresse/Belen Sivori

Questo il messaggio social del playmaker azzurro: “chiudiamo questo Mondiale con il rammarico di non esser tra le prime 8, ma con una vittoria. Una vittoria che ci meritiamo, perchè NOI (vedi foto+i ragazzi che purtroppo non sono stati convocati) sappiamo quanto è stato difficile e problematico il percorso fatto in questi 45 giorni di Nazionale. In una giornata a livello personale disastrosa, dove tutto è andato storto, e dove ho rischiato di compromettere una grande rimonta fatta dalla squadra, mi sento di dire che i ragazzi sono stati fantastici, e che sono stra orgoglioso di esser sceso in battaglia con loro e di aver fatto parte di questo gruppo. Ci siamo guadagnati un Torneo Preolimpico per la prossima estate, e per il futuro della Nazionale questo è importante. Alt…

Ora una piccola postilla:

Se i giovani del domani che si affacciano al basket avranno SUL CAMPO lo stesso coraggio e la stessa determinazione dei fenomeni che il basket lo commentano a sproposito sui social dal divano di casa, o di chi lancia commenti e giudizi a culo senza aver mai toccato un pallone… allora saremo in buone mani!!! #keeppushing Tempo di staccare la spina e ricaricar le pile”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17400 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery