Giampaolo
Spada/LaPresse

L’ex allenatore del Milan è intervenuto per difendere il lavoro di Giampaolo, sottolineando come sarebbe un grave errore esonerarlo dopo sei partite

Arrigo Sacchi sta dalla parte di Marco Giampaolo, nonostante le quattro sconfitte in sei partite arrivate in questo avvio di stagione. L’ex allenatore del Milan difende l’attuale manager dei rossoneri, sottolineando come serva tempo alla squadra per assimilare le sue idee.

LaPresse/Massimo Paolone

Intervenuto a ‘Un Giorno da Pecora’ su Rai Radio1, Sacchi ha ammesso: “mandare via Giampaolo sarebbe un errore doppio, che testimonierebbe uno sbaglio della società e una mancanza di rispetto verso il professionista. Cosa ho pensato quando ho visto il Milan ieri contro la Fiorentina? Bisogna avere pazienza, perché ci sono molti ragazzi giovani e forse ancora poco maturi. Lui ha già dimostrato di esser bravo, anche con squadre più deboli del Milan. E’ una squadra ancora acerba, anche io persi tre partite ad inizio stagione. Se tornerei mai sulla panchina rossonera? Non sono più disposto a dare la vita al calcio“.