Bernardo Silva
AFP/LaPresse

Il portoghese, autore di una tripletta nell’8-0 rifilato dal City al Watford, ha visto mettere sotto inchiesta il proprio post ironico perché razzista

Non si può nemmeno più scherzare con un amico“, così Bernardo Silva ha commentato le polemiche nate dopo il suo post ironico pubblicato sui social all’indirizzo di Mendy, compagno di squadra nel Manchester City.

AFP/LaPresse

Il portoghese, autore di una tripletta nell’8-0 rifilato dai citizens al Watford, ha scherzato con il francese su Twitter, paragonando una foto di Mendy da piccolo alla mascotte di una marca di dolci spagnola. Immediate le reazioni dei suoi followers, che hanno chiesto a Bernardo Silva se il suo post non gli apparisse un filo razzista. Sdegnata la risposta del giocatore, che ha cancellato la foto e replicato duramente, sottolineando di non poter più scherzare con i propri amici. Come se non bastasse, il montaggio pubblicato da Bernardo Silva è finito anche sotto la lente di ingrandimento della Football Association, che ha avviato un’inchiesta per capirci qualcosa in più. Il centrocampista offensivo del Manchester City verrà dunque ascoltato nei prossimi giorni, ma non sarà complicato spiegare come si sia trattato di un semplice scherzo tra compagni di squadra.

mendy