Italia di rigore! Finlandia ko e qualificazione ad Euro 2020 ipotecata: con gol e concentrazione si può diventare grandi

Fabio Ferrari/LaPresse FABIOFERRARI

L’Italia supera la Finlandia 1-2 grazie al gol di Immobile e al rigore di Jorginho: qualificazione ad Euro 2020 ipotecata. Per diventare grandi servono più gol e maggiore concentrazione, ma il futuro è azzurro

Dopo la sfida contro l’Armenia, l’Italia scende in campo nuovamente per la seconda sfida settimanale valevo per il sesto turno di qualificazione ad Euro 2020. Azzurri di scena a Tampere contro la Finlandia, seconda forza del Girone J con 4 vittorie e 1 sola sconfitta, arrivata proprio contro l’Italia all’andata.

Fabio Ferrari/LaPresse
FABIOFERRARI

Azzurri che bissano il successo di Udine vincendo per 1-2 grazie alle reti di Immobile, che si sblocca dopo 2 anni di astinenza in Nazionale, e Jorginho che trasforma il rigore decisivo. Di Pukki il gol del momentaneo pareggio, arrivato anch’esso dal dischetto. Italia che si trova prima, solitaria, a 18 punti con 6 vittorie in 6 gare nel girone e ipoteca la qualificazione ad Euro 2020 da archiviare ad ottobre nelle sfide contro Liechtenstein e Grecia, ultime due squadre nel girone.

Fabio Ferrari/LaPresse

Italia che continua ad assimilare i dettami tattici di Mancini, dà spazio alla gioventù azzurra, gioca un calcio propositivo e mantiene il controllo della gara per tutti i 90′ minuti, come testimoniato dal 60% di possesso palla. Grandi margini di crescita per gli azzurri, molti di essi giovanissimi e alle prime esperienze in campo internazionale. La concentrazione ogni tanto va e viene e la Finlandia riesce a rendersi pericolosa: esempio lampante la prestazione di Sensi autore di molte giocate interessanti, ma di altrettanti errori, uno dei quali è costato il rigore del pareggio.

Fabio Ferrari/LaPresse

Altro aspetto da correggere e l’incidenza sotto porta. Tanti errori nell’ultimo passaggio, arrivati più per la sufficienza della giocata che per una mancanza tecnica, qualche difficoltà di troppo a sbloccare la gara contro la difesa schierata a doppia mandata della formazione baltica, piazzatasi con un 4-5-1. Una volta trovato il gol con più facilità e capito come mantenere alta la concentrazione per tutto l’arco della gara l’Italia, alla quale di certo non manca il talento e può godere di una difesa esperta e con diversi ricambi all’altezza (buona la prova di Acerbi e Izzo quest’oggi), può sedersi al tavolo con le big di tutto il mondo.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17406 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery