Conte
Marco Alpozzi/LaPresse

L’allenatore nerazzurro ha parlato della partita con la Lazio, chiedendo ai propri di giocatori di dimenticare il derby per evitare brutte sorprese

Il derby da dimenticare, concentrandosi immediatamente sulla sfida con la Lazio, altro match complicato sul cammino dell’Inter. Antonio Conte vuole tenere tutti i propri giocatori sulle spine, affidandosi a coloro che gli regalano ampie garanzie in questo momento.

Sanchez
Lapresse

Per gli altri ci sarà spazio più avanti, come sottolineato dall’allenatore nerazzurro in conferenza: “stiamo lavorando per cercare di allargare la base dei titolari. Sarà molto importante, perché quando partecipi a un campionato così difficile ogni partita devi spingere. C’è tanto spreco di energia e la Champions che ne porta via tante. Al tempo stesso cerco di allargare la base dei titolari quando i giocatori mi danno garanzie. Voglio che i rischi da prendere siano calcolati. Quando Sanchez sarà pronto e mi renderò conto che può dare quello che chiedo, sarà inserito. Come lui anche Lazaro, Biraghi e Bastoni. Devo fare gli interessi dell’Inter e non accontentare nessuno. Godin ha giocato la partita contro l’Udinese e ha riposato in Champions. De Vrij ha avuto un piccolo affaticamento, ma per via della sua posizione può giocare tante partite. Sapete poi cosa penso di Lukaku, mi sembra superfluo ripeterlo. Al di là di chi segna è importante vincere le partite e fare gol. Nel mio gioco i centrocampisti hanno sempre avuto un ruolo importante”. 

ALFREDO FALCONE/LaPresse

Sulla Lazio: “dobbiamo pensare partita dopo partita. Concentriamoci a fare bene contro la Lazio. Sarà una partita difficile contro una squadra forte. Loro hanno una chiara identità e l’anno scorso hanno vinto la Coppa Italia. La Lazio sta facendo un ottimo lavoro. Per noi è una gara importante, un altro test di verifica. Se entriamo in campo con la testa al derby e agli elogi, significa che non abbiamo capito niente di quello che dobbiamo fare. Deve essere tutto resettato nel più breve tempo possibile e capire che ci aspetta la Lazio. Dobbiamo dare risposte importanti, siamo solo alla quinta giornata. C’è un percorso ampio davanti, non possiamo fare premonizioni. Il tempo dirà se siamo bravi o meno. Dobbiamo essere bravi a rimanere coi piedi per terra. Il Napoli è molto forte. Ha un grande allenatore. Anche la Juventus è forte“.

Conte
Lapresse

Poi Conte si è soffermato sul proprio futuro, auspicando di aprire un lungo ciclo all’Inter: “sicuramente per un allenatore rimanere per tanto tempo in un club è positivo ed è quello che mi auspico per la mia carriera, visto che il massimo per me è stato 3 anni. Ogni volta che parti dall’inizio significa ripartire sempre da zero, non è semplice perché poi devi anche trovare persone che sono disposte a lavorare. Approfitto per ringraziare Oriali, so cosa sta facendo ed è un grazie che non terminerà mai. Così come ringrazio anche Zanetti. Ho avuto la fortuna di avere persone molto vicine a me e che mi aiutano ogni giorno.