(AdnKronos) – “Devo dire -racconta Maroni- che di quell’esperienza, di quell’incarico la cosa più positiva che ricordo è di aver sviluppato una forte amicizia con Pinuccio Tatarella”. Quanto alla situazione attuale, “visto che Conte ha parlato di governo di forte novità -spiega Maroni- non credo che voglia riproporre una riedizione del governo gialloverde nominando dei vicepremier”.
“Un dato va comunque considerato: i partiti di maggioranza all’inizio della legislatura di solito esprimono i presidenti delle commissioni parlamentari. Poiché il Pd per ora non ha questi ruoli -ribadisce Maroni- la nomina di un vicepremier espresso da questo partito potrebbe avere un significato di compensazione. Ma allora sarebbe veramente un’operazione da Prima Repubblica in puro stile manuale Cencelli”, sottolinea.