Formula 1 – Cure Schumacher, il dottor Pucéat frena l’entusiasmo: “staminali mai applicate per problemi al cervello”

michael schumacher LaPresse/Photo4

Il dottor Pucéat frena l’entusiasmo: il parere del medico sulle cure staminali per Schumacher in Francia

Da qualche giorno non si fa altro che parlare dell’improvviso e top secret trasferimento di Michael Schumacher dalla Svizzera all’ospedale Pompidou di Parigi. L’ex pilota tedesco è arrivato due giorni fa in Francia per una cura segretissima di cellule staminali.

Nonostante il clamore della notizia e le speranze che tutti gli appassionati di Formula 1 ed i tifosi di Schumacher ripongono in questo improvviso trasferimento, c’è chi non sembra particolarmente fiducioso. Stiamo parlando di Michel Pucéat, un esperto di cellule staminali embrionali, che ha lavorato nello staff dell’ospedale Pompidou, nel team di Menaschè, per poi però allontanarsi dalla squadra di lavoro per via degli scarsi risultati.

schumacher

LaPresse/Photo4

Non conoscendo il quadro clinico del paziente risulta difficile offrire una lettura precisa del tipo di trattamento applicato. Ma posso affermare che, tenuto conto del luogo di ricovero e del titolare delle cure, non si tratta di cure staminali al cervello. In questo campo infatti non esistono sperimentazioni ufficiali in Francia. In passato, si fecero alcuni tentativi in Russia con cellule staminali di feto umano. In Francia e Svezia invece si sono usate cellule staminali per produrre la dopamina e tentare di limitare alcuni effetti del Parkinson. I risultati sono stati interessanti ma solo nel breve periodo. A mia conoscenza non ci sono studi di applicazione delle staminali per curare lesioni al cervello di pazienti in coma o in stato vegetativo. In quel caso, le cellule sono morte, in modo irreversibile“, ha spiegato Pucéat alla ‘rosea’.

JEAN MICHEL LE MEUR

Non sono mai state applicate per problemi al cervello terapie con cellule staminali, nonostante si sia pensato per un periodo che potessero avere un effetto anti-infiammatorio per l’Alzheimer. Terapia rigenerativa? In Giappone si è tentato con risultati poco interessanti di applicare la rigenerazione staminale ai danni del midollo spinale. Lo stesso si provò negli Stati Uniti dove però una società che si era specializzata in questo campo è fallita, senza tra l’altro mai pubblicare i risultati delle proprie ricerche“, ha aggiunto il medico prima di aprire una parentesi specifica sulle possibilità di cure che possono essere riservate a Schumacher a Parigi: “in quel reparto si lavora in particolare sull’applicazione delle staminali ai tessuti del cuore, ma essenzialmente a scopi anti-infiammatori. Le sperimentazioni di rigenerazione delle cellule cardiache infatti non hanno condotto finora ai risultati sperati“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35731 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery