Credits: Instagram @Juanmanuelcorrea_

Il pilota coinvolto nell’incidente di Spa è perfettamente cosciente e ha deciso di non amputare il piede destro, preferendo l’operazione chirurgica

Niente amputazione, Juan Manuel Correa ha deciso di affrontare una lunga e complicata operazione per provare a recuperare la funzionalità della propria gamba destra.

La famiglia del pilota ha diramato un altro comunicato sulle condizioni dell’americano, perfettamente cosciente adesso dopo il coma dei giorni scorsi. Trasferito in un altro ospedale di Londra specializzato in chirurgia ortopedica, Correa adesso verrà sottoposto ad un intervento molto lungo, che affronterà con il solito coraggio e determinazione: “Juan Manuel è stato trasferito in un nuovo ospedale a Londra specializzato in chirurgia ortopedica, dato che l’attenzione si è ora spostata dai suoi polmoni agli arti inferiori. Juan Manuel è perfettamente cosciente, ed ha recuperato più velocemente del previsto. Il suo miglioramento fisico generale e la sua forza di volontà hanno impressionato i medici. Il principale obiettivo di questa settimana è stato quello di mettere Juan Manuel nelle migliori condizioni possibili per affrontare l’operazione di domenica, che avrà una durata di più di dieci ore. L’intervento sarà cruciale nel determinare il futuro di Juan Manuel”.

La nota medica poi prosegue: “i dottori avranno, per la prima volta dall’incidente, completamente accesso ai traumi della gamba destra. Saranno in grado di determinare i danni a tibia, caviglia e piede. Con l’operazione si cercherà di salvare ciò che potrà essere salvato e rimuovere ciò che dovrà essere rimosso in modo da poter ricostruire la parte inferiore della sua gamba destra nel miglior modo possibile. I chirurghi sono tra i migliori nel campo e sono cautamente ottimisti alla luce del veloce recupero avuto da Juan Manuel nelle scorse settimane. I traumi riportati da Juan Manuel sono seri, e la procedura chirurgica molto complessa. I dottori avevano fornito a Juan Manuel l’opzione di un’amputazione ricostruttiva del piede destro. Lui ha scelto di non amputarlo e di procedere con l’operazione, comprendendone tutte le sfide connesse”.