wolff
photo4/Lapresse

Il team principal della Mercedes ha parlato dell’esito del Gran Premio del Belgio, soffermandosi anche sulla morte di Anthoine Hubert

Giornata tutto sommato positiva per la Mercedes a Spa, il team campione del mondo porta entrambi i propri piloti sul podio, con Hamilton e Bottas alle spalle di Leclerc.

Lapresse

Un risultato soddisfacente per Wolff, considerando che non si trattava certamente di un circuito favorevole alle Frecce d’Argento: “forse ci è mancato qualche giro in più, ma superare in rettilineo le Ferrari è davvero difficile. Forse due giri in più ci avrebbero aiutato” le parole dell’austriaco a Sky Sports UK. “O probabilmente ci siamo fermati uno o due giri troppo tardi con Lewis. Il piano ottimale sarebbe stato fermarci uno o due giri prima, ma è facile dirlo dopo la gara. Noi sapevamo che non era un grande tracciato per la nostra macchina, perché ci manca velocità sul dritto. Perciò se questo significa limitare i danni, dobbiamo essere molto, molto felici di esserci riusciti. Potete vedere che la velocità in rettilineo con il DRS è migliore di soli 5 km/h e questo non basta per superare. La morte di Hubert? Siamo distrutti, perché volevamo goderci la gara ma ovviamente la scomparsa di un pilota ha oscurato tutto. Dobbiamo ricordarlo ed essere orgogliosi che abbia vinto proprio Charles Leclerc, perché erano molto amici”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android