Wolff
Photo4/LaPresse

Il team principal della Mercedes è convinto che anche nel prossimo appuntamento di Monza sarà la Ferrari la favorita numero uno per la vittoria

Il Gran Premio del Belgio è stato archiviato con un doppio podio, giunto grazie ad un’ottima prestazione fornita sia da Hamilton che da Bottas. I due piloti della Mercedes hanno concluso la gara alle spalle di Leclerc, riuscito a vincere il suo primo appuntamento in Formula 1.

photo4/Lapresse

Il monegasco potrebbe tentare il bis anche a Monza, dove la conformazione del circuito dovrebbe avvantaggiare le rosse, a scapito del team di Brackley. Ne è convinto anche Toto Wolff, intervenuto ai microfoni di Motorsport.com: “se alla vigilia di questo weekend mi avessero garantito un secondo ed un terzo posto probabilmente avrei accettato. Sapevamo che il nostro pacchetto tecnico rispetto a quello Ferrari ci avrebbe penalizzato sul fronte della velocità di punta, e lo abbiamo visto chiaramente in gara: Seb al via ha perso una posizione ma è stato in grado di recuperare e superare Lewis. Se avessimo gestito in modo ideale la nostra gara, cosa che puoi capire solo dopo la bandiera a scacchi, sarebbe stato possibile fermare Lewis uno o due giri prima, magari fare un pit più veloce, e saremo stati nel suo cambio negli ultimi due giri. Ma ci sono tanti ‘se’, e devo dire che alla fine sono complessivamente soddisfatto del secondo e terzo posto“.

photo4/Lapresse

Per quanto riguarda Monza, Wolff indica di nuovo la Ferrari come favorita numero uno: “non credo che si possano trovare 15 km/h di velocità nei prossimi cinque giorni. Ma questo è, dobbiamo solo preparare Monza al meglio possibile, sapendo che non andremo su una pista adatta a noi. Favorirà la Ferrari, ma dobbiamo comunque fare il miglior lavoro possibile. La domenica ci avviciniamo molto, anche sui circuiti ad alta potenza, dobbiamo dare tutto ciò che abbiamo e provare a vincere, Nelle prossime gare incoraggeremo Valtteri come abbiamo sempre fatto dalla prima gara. Non abbiamo conquistato né il campionato Costruttori che quello piloti, quindi avanti così. Sia Lewis che Valtteri sono stati molto intelligenti nel modo di gestire il loro confronto, è uno dei punti di forza del nostro team e sono molto orgoglioso di come lo fanno. Valtteri sarà libero di lottare per le vittorie di tappa e per la migliore situazione possibile in campionato“.