LaPresse/Photo4

Il direttore tecnico della Mercedes è tornato a parlare del Gran Premio di Russia, soffermandosi sulla sfortuna che ha colpito la Ferrari

Un passato alla Ferrari e un presente alla Mercedes, James Allison è passato dall’altro lato della barricata, ricoprendo adesso il ruolo di direttore tecnico nella scuderia di Brackley.

Vettel
Lapresse

Domenica si è goduto la doppietta ottenuta a Sochi da Hamilton e Bottas, arrivata grazie al problema occorso a Vettel alla centralina della MGU-K, che lo ha costretto a fermare la macchina e a ritirarsi dalla corsa. Su questo episodio si è soffermato anche lo stesso Allison, che ha espresso il suo singolare punto di vista: “siamo stati fortunati nel modo in cui si è verificato tutto, è deliziosamente ironico il fatto che sia stata la sfortuna di Sebastian a dare vita alla nostra fortuna. Quando abbiamo approcciato le qualifiche lo abbiamo fatto con la sensazione che, in qualunque posizione noi ci fossimo qualificati, era improbabile uscire in testa dalla curva 2, per via del lungo rettilineo alla partenza e del forte effetto scia. Partire con le gomme medie ci dava invece la possibilità di recuperare e siamo stati fortunati per come è accaduto. I nostri piloti hanno offerto prestazioni impeccabili. Hamilton non ha commesso alcun errore e Bottas ha fatto un ottimo lavoro controllando il gap con Leclerc e tenendolo fuori dalla portata del DRS. Era sotto una pressione immensa, specialmente nei primi giri dopo la Safety Car, ma non si è piegato”.