hulkenberg
Photo4/LaPresse

Il tedesco ha parlato del suo futuro, sottolineando come non accetterà qualsiasi cosa solo per il gusto di rimanere in Formula 1

Niente Renault, sostituto da Ocon per il 2020, niente Haas e probabilmente niente Alfa Romeo Racing. Il futuro di Nico Hulkenberg è sempre più nebuloso, i sedili a disposizione sono sempre meno e il tedesco deve fare in fretta se vuole rimanere nel circus.

LaPresse/Photo4

L’ipotesi Haas è tramontata quasi immediatamente, ma il driver di Emmerich am Rhein non sembra esserne particolarmente pentito: “non sono deluso per il discorso Haas, non siamo andati avanti con nessun contratto perché non eravamo d’accordo e non ci siamo più visti. Sicuramente era un’opzione e abbiamo parlato, non è un segreto. Ci siamo incontrati, ma non se n’è fatto nulla. Penso sia chiaro quali sedili ci sono a disposizione e quali invece no, è tutto molto ovvio, ma ormai non dipende più da me, in questo momento. Abbiamo solo bisogno di un po’ di tempo, penso che qualche possibilità realisticamente ci sia, ma sappiamo tutti che in questo gioco non c’è nulla di certo. Alfa Romeo? Con Vasseur ci conosciamo da anni, è quello che mi ha portato in Renault e con cui ho finalizzato il mio contratto qui. Immagino sia un fattore positivo. Per quanto voglia continuare in Formula 1, tutto deve avere un senso e bisogna trovare il posto ragionevolmente più adeguato con l’accordo giusto. Non ho certo intenzione di accettare qualsiasi cosa pur di restare qui, non sono così disperato. Non voglio mancare di rispetto alla Williams, il mio è un discorso generale, l’ho fatto anche con Haas. Credo sia la cosa più importante. Sicuramente alla Red Bull non si può dire di no, assolutamente! Sarebbe però una grande sfida perché loro hanno Max che è velocissimo e un killer al volante“.

Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE