Formula 1, Ecclestone bacchetta Liberty Media: “troppe 24 gare in calendario. Il budget cap? Non serve”

Ecclestone AFP PHOTO / ANDREJ ISAKOVIC

L’ex boss della Formula 1 ha parlato dell’attuale situazione che vive il circus, esprimendo il proprio punto di vista su alcuni temi

Bernie Ecclestone continua a seguire con attenzione le sorti della Formula 1, nonostante l’abbia lasciata ormai da alcuni anni. La cessione delle sue quote a Liberty Media ha fatto sì che il britannico lasciasse il ponte di comando, senza però sopire la sua passione per il mondo delle quattro ruote.

Photo4/LaPresse

Intervistato da Auto Motor und Sport, Mister E ha espresso il proprio punto di vista su alcuni importanti temi: “vedo tutte le gare in tv, gli ultimi Gran Premi sono stati come dovrebbe essere la Formula 1, se resta così non ho dubbi che tornerà popolare come era un tempo. Non vedo grandi motivi per un grande cambiamento per il 2021. Se dovesse esserci, si dovrebbe cambiare notevolmente qualcosa, come il ritorno ai motori aspirati. Ma non c’è coraggio. In più non serve il budget cap, se le regole sono scritte bene non c’è ragione per fissare un limite di spesa. Il denaro non è garanzia di vittoria, vedo alcuni team spendere tanti soldi che non ottengono le prestazioni desiderate. Il calendario? Ventiquattro gare sono decisamente troppe, sedici sarebbero più che sufficienti. Più gare ci sono e più il prodotto viene svalutato. Abbiamo assistito ad una sovrasaturazione simile nel tennis. Se ci saranno solo 16 gare, gli organizzatori dovranno pagare di più per essere nel calendario. E lo faranno, perché l’inclusione renderà il loro evento più prestigioso“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30263 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery