Europei Volley 2019 – Tutto pronto per l’esordio dell’Italia, Zaytsev carica gli azzurri: “vogliamo il podio”

zaytsev Piero Cruciatti/LaPresse

Gli azzurri domani alle 17.15 scenderanno in campo contro il Portogallo nel primo match di questa rassegna continentale che si presenta rinnovata e con una formula a 24 squadre

E’ iniziato il conto alla rovescia in vista dell’esordio della Nazionale Maschile nella 31esima edizione dei Campionati Europei. Gli azzurri domani alle 17.15 (diretta Rai Due e DAZN) scenderanno in campo contro il Portogallo nel primo match di questa rassegna continentale che si presenta rinnovata e con una formula a 24 squadre. Come da tradizione oggi si è tenuta la consueta conferenza stampa con allenatori e capitani delle formazioni partecipanti. Per l’Italia erano presenti Ivan Zaytsev e Gianlorenzo Blengini che si sono così espressi.

Ivan Zaytsev:siamo arrivati qui ben felici di aver ottenuto la qualificazione Olimpica qualche settimana fa, ma ora ci buttiamo a capofitto in questa nuova avventura con la voglia di fare bene e al massimo delle nostre possibilità. Gli Europei sono storicamente tra i tornei più difficili da vincere e questa nuova formula di certo non facilita le cose con il numero delle squadre aumentate. Noi, come Italia, ci scopriremo strada facendo e faremo del nostro meglio per salire sul podio. Il torneo è lungo e non sappiamo dove arriveremo, certamente partiremo con la consapevolezza dei nostri mezzi, ma anche sapendo che non saremo gli unici a volere fare bene. Ci sono anche altre squadre con la pressione addosso vedi la Francia paese organizzatore, la Polonia bicampione d el mondo, la Serbia che dopo aver mancato la qualificazione olimpica sarà molto arrabbiata, la Russia che ha vinto la VNL. Noi saremo nel gruppone e come sempre ce la giocheremo”.

L’opposto azzurro poi prosegue: “Siamo consapevoli che aver conquistato il pass per Tokyo è una grande cosa, ma fa già parte del passato e non corriamo il rischio di presentarci a questo Europeo con la pancia piena; siamo tutti consapevoli che questa rappresenta un’ottima occasione e non vogliamo farcela sfuggire. Fino ad ora la stagione è andata come ci aspettavamo, compreso l’inserimento di ragazzi più giovani che hanno fatto vedere ottime cose soprattutto in VNL. Tutto ciò ha permesso a noi vecchietti (sorride, ndr) di riposare e tirare un po’ il fiato senza mai perdere di vista i vari obiettivi stagionali che ci siamo prefissati”.

Gianlorenzo Blengini: “Ci apprestiamo a disputare un Europeo difficile, sappiamo che al di là della durata è una manifestazione piena di top team. Il torneo maschile vede ai nastri di partenza sempre squadre di primissimo livello con almeno cinque formazioni che anche a livello mondiale sono sempre in grado di dire la loro. Noi però siamo una delle squadre che fa parte di questo gruppo e vogliamo fare la nostra parte. Ci presentiamo alla manifestazione consapevoli delle difficoltà ma anche delle nostre possibilità. A livello maschile la competitività è sempre molto alta, ma è il nostro mondo e lo conosciamo perfettamente”.

Blengini prosegue: Sarà importante gestire al meglio la parte mentale; abbiamo detto a più riprese che la qualificazione olimpica rappresentava l’obiettivo principale della stagione, ma ora non dobbiamo sentirci appagati per ciò che abbiamo fatto. Sarà importante approcciare con cattiveria a questo torneo. Il calendario ci metterà di fronte alle squadre più quotate nelle ultime due gare, ma come ci insegna la storia recente (si fa riferimento all’Australia nel Torneo di Qualificazione Olimpica, ndr) ogni avversaria va affrontata con rispetto e concentrazione massima. Di certo sulla carta questo tipo di calendario ci permette una crescita progressiva ma guai a sottovalutare chi sta dall’altra parte della rete”.

Ultimo commento è sull’avversaria di domani: “Affronteremo il Portogallo che ha dei giocatori esperti che hanno giocato in Italia e che abbiamo già affrontato in VNL quest’anno con un assetto molto simile. Rispetto a giugno hanno cambiato uno dei due schiacciatori e il libero, ma l’ossatura della squadra è la stessa. Giocano una buona pallavolo e noi dovremo essere bravi a esprimerci sui nostri livelli per non avere problemi”.     

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (31045 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery