Marco Alpozzi/LaPresse

Emessi 38 Daspo, alcuni decennali, nell’inchiesta Last Banner che ha portato all’arresto di diversi capi ultrà della Juventus. Vengono fuori intanto paure e minacce legate all’ultimo Scudetto

L’operazione Last Banner continua a fare ‘pulizia’ nella curva della Juventus. Il Questore di Torino ha emesso 38 Daspo nei confronti di esponenti di spicco delle tifoserie organizzate bianconere, alcuni dei quali di durata decennale. Sono state coinvolte le principali figure ultras dei gruppi organizzati della Juventus: “Drughi”, “Tradizione-Antichi valori”, “Viking”, “Nucleo 1985” e “Quelli… di via Filadelfia”. L’accusa è che ci fosse un accordo per mantenere il ‘controllo militare’ della curva. Sei sono finiti in manette: Dino Mocciola, leader dei Drughi, Salvatore Cava, Domenico Scarano, Umberto Toia, leader di Tradizione, Luca Pavarino, Sergio Genre. Arresti domiciliari per Fabio Trinchero, Giuseppe Franzo, Christina Fasoli, Roberto Drago, obbligo di dimora per Massimo Toia e Massimo Corrado Vitale.

Ivan Benedetto/LaPresse
LaPresse

Sono venuti fuori inoltre inquitanti retroscena legati alla vittoria dell’ultimo scudetto. Lo scorso 17 aprile 2018, il Questore dell’epoca, Francesco Messina, aveva dato disposizione alla Juventus di non concedere più biglietti ‘irregolari’ agli ultras. La testimonianza dello Slo Pairetto però racconta di un clima di paura legato al finale di campionato e a possibili ritorsioni: “a fine del campionato avviene il punto di rottura. Ci viene dato l’ordine del Questore di non concedere più nulla per le tre partite rimanenti (le ultime in casa, contro Napoli, Bologna e Verona, ndr); peraltro, dietro nostra richiesta, con la Questura concordiamo di posticipare le nuove regole al nuovo campionato. Temevamo che potessero farci chiudere lo stadio, era un momento difficile per la squadra. Era necessario che la premiazione dell’eventuale vittoria dello scudetto non fosse compromessa anche a livello di immagine con azioni violente. Una invasione del campo poteva essere un problema serio”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android