Caso Schwazer – L’accusa dei medici imputati: “nuovamente coinvolti nelle sue vicende di doping. Nessun complotto internazionale”

LaPresse/Claudia Fornari

Fischetto e Fiorella, i due medici condannati in primo grado a due danni dal tribunale di Bolzano per favoreggiamento nell’ambito di un filone del caso doping Alex Schwazer, attaccano l’atleta azzurro e il suo allenatore

Siamo stupefatti e sinceramente stanchi di essere nuovamente coinvolti dal signor Donati e dal signor Schwazer nelle sue vicende di doping. La prima volta lo ha fatto chiedendo una sospensione della squalifica per tornare a gareggiare, questa volta, invece, per avvalorare la tesi di un complotto internazionale“. Con queste parole, contenute in una nota diffusa dai propri legali, i medici della Federazione Italiana di Atletica Leggera Giuseppe Fischetto e Pier Luigi Fiorella, condannati in primo grado a due danni dal tribunale di Bolzano per favoreggiamento nell’ambito di un filone del caso doping Alex Schwazer, esprimono il proprio sdegno per quanto accaduto negli ultimi giorni.

Atletica, Iaaf Rome world race walking

LaPresse/Vincenzo Livieri

Fiorella e Fischetto, in attesa dell’appello, replicano alle parole dell’allenatore di Schwazer, Sandro Donati. “L’accusa di essere tra i possibili mandanti del controllo a sorpresa del primo gennaio e, di conseguenza, della presunta manipolazione dei reperti, ripetutamente ripresa con evidenza da numerosi organi di stampa sia scritta che televisiva, è nei fatti così assurda e inconsistente che non meriterebbe nemmeno di essere presa in considerazione se non fosse che costoro continuano a ripeterla per avvalorare la tesi del boicottaggio“. I medici spiegano di aver dato mandato ai legali di: procedere nei confronti di questi signori, così che emerga la falsità e l’inconsistenza del teorema, peraltro fondato sulla coincidenza tra una data di udienza e la decisione di effettuare il controllo che neppure è significativa, posto che Schwazer aveva già deposto in udienza il 25 novembre 2015, mentre l’udienza del 16 dicembre era fissata per il controesame, e senza considerare che Schwazer aveva già formulato le sue accuse nel marzo del 2015, quando aveva chiesto una sospensione della squalifica, che gli era stata poi negata dal Tribunale nazionale antidoping“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17923 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery