Razzismo, la dura accusa di Totti: “senza regole non si riuscirà mai a fermare quei pochi dementi”

AFP/LaPresse

L’ex dirigente giallorosso si è soffermato sul razzismo che attanaglia la Serie A, esprimendo il proprio duro punto di vista

Il razzismo è ormai diventato un problema gravissimo in Serie A ma, soprattutto, in Italia. Non passa ormai week-end in cui questo increscioso tema non faccia capolino su giornali e organi di informazione, spingendo le istituzioni ad intervenire con forza.

Alessandro Tocco/LaPresse

L’ultimo in ordine di tempo ad esprimere la propria opinione è stato Francesco Totti che, ai microfoni di Sky Sport, ha sottolineato: “sono 30 anni che sono nel calcio e si dicono sempre le stesse cose. O ci sono regole ben precise o cambiamenti non ce ne saranno e non si riuscirà a prendere quei pochi dementi che fanno sempre le stesse cose. Un po’ tutti ci auguravamo che arrivasse la prima vittoria, non riuscirci dopo tre giornate significava l’inizio di una mini-crisi. Dopo questa bella prestazione e questa bella vittoria sono state rimesse le cose in chiaro. Gli auguri della Roma? Ho sempre detto che Veretout e Mkhitaryan sono due pedine fondamentali per il gioco di Fonseca e daranno un forte contributo. Inzaghi? Simone è un amico ma non gli do consigli altrimenti dicono che sono della Lazio. Saprà lui come gestire la situazione per risollevarsi“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30261 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery