Lapresse

Il legale di Mauro Icardi torna a parlare della situazione del calciatore argentino: le parole di Giuseppe Di Carlo

Non si è ancora risolta la questione Icardi: il calciatore argentino ha fatto causa all’Inter chiedendo un risarcimento ed il reintegro. Intanto però la moglie-agente Wanda Nara sta lavorando per lui per trovargli una sistemazione e poter dire definitivamente fine alla telenovela con l’Inter.

Piero Cruciatti/LaPresse

Credo ci sarà la possibilità di arrivare a una soluzione condivisa, per tutelare le ragioni di entrambe le parti in causa. A noi interessa tutelare la dignità di un lavoratore di rientrare e poter lavorare in rosa con il gruppo perchè il calciatore ha un ottimo rapporto con i compagni di squadra. Vedremo in questi giorni se si troverà un compromesso. Icardi ha sempre amato l’Inter e rispettato maglia e tifosi, è sempre stato un professionista esemplare: vuole avere la possibilità di allenarsi alla pari degli altri sotto la direzione tecnico-tattica di mister Conte“, queste le parole del legale di Icardi ai microfoni di “Radio anch’io sport” su Rai Radio 1.

Spada/LaPresse

Non c’è alcuna preclusione a trovare una soluzione condivisa che possa soddisfare le esigenze di entrambi. Spetterà poi al suo entourage trovare le condizioni migliori dove proseguire la propria carriera. Gli striscioni e le minacce? Sono situazioni non carine che vanno a incidere sugli aspetti psicologici dei soggetti in causa. Icardi è un ragazzo di 26 anni che ha moglie e cinque figli, penso sia opportuno abbassare i toni affinchè una famiglia possa liberamente godere della propria vita“, ha aggiunto Giuseppe Di Carlo prima di aprire una parentesi sui tempi della causa: “saranno dettati dal collegio arbitrale, tutto potrebbe dipendere dall’accettazione o meno dell’istanza di rito accelerato. Si dilateranno o comprimeranno in base alla complessità dell’attività istruttoria“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android