alessio sakara

Bellator Milano, Sakara e gli atleti lombardi si allenano alla Thunder

Si è tenuta questa mattina presso la palestra Thunder Gym di Milano la sessione di allenamento aperta alla stampa di alcuni dei protagonisti italiani che sabato 12 ottobre saliranno sul ring e nella gabbia di Bellator, il prestigioso circuito americano di kickboxing e MMA che sarà di scena nel nuovissimo impianto dell’Allianz Cloud (ex Palalido). La sessione di rifinitura, alla presenza del “legionario” Alessio Sakara, attesissimo protagonista del Prestige Fight in gabbia contro lo statuinitense Canaan Grigsby, ha visto la partecipazione dei lombardi Alex Avogadro, Luca Cecchetti e Silvia La Notte, chiamati a salire sul ring di Bellator Kickboxing 12, insieme a quella di Andrea Fusi e Stefano Paternò, fighters attesi nella gabbia di Bellator MMA 230. Gli atleti hanno incontrato i cronisti e risposto alle domande dei media intervenuti sul posto (nella foto, da sinistra: Stefano Paternò, Luca Cecchetti, Silvia La Notte, Alessio Sakara, Alex Avogadro, Andrea Fusi)

silvia la notteSilvia La Notte: “Sono felicissima di poter combattere per Bellator e per giunta nella mia città. È un doppio grande onore perché il mio sarà l’unico match femminile di tutto l’evento ed in una categoria di peso che fino ad oggi non esisteva in questa promotion. Ciò vuol dire che credono moltissimo in me e ne sento la responsabilità. La mia avversaria è giovanissima ma ha già vinto molti titoli ed io dovrò essere all’altezza delle aspettative dei fans e di Bellator”.

Luca Cecchetti: “Sono emozionatissimo all’idea di combattere in una realtà straordinaria come Bellator. Io ho combattuto in molti eventi internazionali, ho anche vinto 3 titoli Mondiali, ma nulla di paragonabile. E poi questa volta combatterò in casa e avere l’appoggio del pubblico renderà il tutto ancora più emozionante”.

Alex Avogadro: “Solo un atleta può capire cosa significhi davvero essere chiamato da una promotion top mondiale come Bellator, è l’opportunità per dare una svolta profonda alla propria carriera a patto di esserne all’altezza però. Ho già combattuto col mio avversario, Luca Cecchetti, ed è anche per questo che posso garantire che sarà una vera battaglia”.

Alessio Sakara: “Mi preparo sempre al 110% per i miei incontri ma questa volta l’ho fatto con una intensità tale che sembravo un atleta che doveva affrontare il suo primo match. Mi sento al top della forma e caricatissimo, la voglia di rivalsa dopo la battuta d’arresto dell’anno scorso è fortissima. Ho studiato il mio avversario e credo di essergli superiore in tutto. A sua favore ha solo l’età ma con la preparazione che ho fatto annullerò questo gap”.

Stefano Paternò: “L’arrivo in Bellator è il risultato del mio costante cammino di crescita che ho percorso in questi anni. Torno a combattere dopo un doppio infortunio alla mano destra che ho pienamente recuperato e che anzi credo abbia reso ancora più potente il mio pugno. Ho studiato il mio avversario ed affronterò con tranquillità il match”.

Andrea Fusi: “Il mio match sarà una rivincita per il mio avversario perché ho battuto Pugliesi a Bellator Genova lo scorso anno. Lo volevano molto i fans e la promotion li ha accontentati. Io avrei preferito affrontare un altro atleta, magari un americano, ma l’unica cosa che conta è poter combattere per Bellator