Atletico Madrid-Juventus, Sarri deluso: “pareggiare così lascia l’amaro in bocca, ma…”

sarri Lapresse

L’allenatore toscano ha parlato nel post gara del pari maturato al Wanda Metropolitano, esprimendo la propria amarezza per l’esito dell’incontro

Un pareggio amaro per la Juventus al Wanda Metropolitano, i bianconeri subiscono la rimonta dell’Atletico Madrid dopo essere stati in vantaggio per 0-2, facendo riagguantare nel finale da Savic ed Herrera.

Fabio Ferrari/LaPresse

Un risultato che brucia a Maurizio Sarri, che ha espresso le proprie sensazioni nel post gara ai microfoni di Sky Sport: “è stata una gara vera, dimostra che siamo cresciuti molto rispetto all’ultima prestazione. Ed eravamo in un campo difficile. L’aspetto negativo è che sembrava avessimo la partita in mano. Pareggiare così ci lascia l’amaro in bocca, ma in questo stadio non si segnava da tante partite, siamo stati vicini al 3-1 e negli ultimi minuti siamo andati al tiro tre volte. La squadra è viva, c’è da migliorare sulle situazioni prevedibili. I calci piazzati? Il luogo comune dice di passare a uomo, ma non ha senso. È una questione di attenzione e aggressività: loro hanno grandi saltatori, ma soprattutto la prima palla era lentissima. Potevamo intervenire meglio. Ci lavoreremo, già da domani studieremo i nostri errori per non ripeterli più“.

Fabio Ferrari/LaPresse

Sulla scelta di Cuadrado: “Bernardeschi? Era prevedibile che ci potessero essere spazi, e la brillantezza di Cuadrado poteva esserci utile. Tra l’altro lui negli ultimi mesi si è sempre allenato da difensore esterno: l’ho schierato più avanti e, per colpa di questa mia scelta, qualcosa alla fine la paghi. Abbiamo analizzato tanto la partita: nei miei quaderni ho scritto molto per velocizzare il lavoro dei prossimi giorni. Abbiamo in mente gli episodi salienti e le nostre criticità, come l’aver concesso 20 cambi di campo agli avversari. C’erano dei movimenti che non ci sono venuti bene, ma qualche attenuante c’è. A Firenze ci siamo fatti influenzare e abbiamo perso il nostro focus, cioè i tre punti. La Fiorentina ha dimostrato di essere in partita più di noi. Sembrava avesse corso di più, i numeri e i dati analizzati dicono un’altra cosa. La differenza era mentale: oggi siamo scesi in campo con la determinazione giusta. E sono venute fuori le cose che ci diciamo in allenamento”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30359 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery