Atletica – Diamond League: Noah Lyles e Sifan Hassan si prendono il doppio diamante a Bruxelles

AFP/LaPresse

Lo statunitense si prende i 100 e i 200, mentre l’olandese fa suoi i 5000 metri dopo i 1500

Nella seconda finale della IAAF Diamond League assegnati gli ultimi sedici diamanti, in una serata a tratti spettacolare, caratterizzata dalla prima doppietta 100-200 maschile realizzata dallo statunitense Noah Lyles, che dopo i 100 vince anche i 200 in un sontuoso 19.74 (0.9), e dalla miglior prestazione europea stagionale della britannica Dina Asher-Smith che vince i 100 metri in 10.88 (-0.3). Conquista il secondo trofeo stagionale anche l’olandese Sifan Hassan che dopo i 1500 fa suoi anche i 5000 (14:26.26 con ultimo giro capolavoro).

Settimo trofeo, eguagliando il primato dell’astista Renaud Lavillenie, conquistato nel salto triplo dallo statunitense Christian Taylor 17,85 (2,1), che con un salto legale di 17,66 ha migliorato il record del meeting. Nell’alto, Elena Vallortigara non conferma la prestazione di Bellinzona, superando 1,85 con tre errori a 1,89 (dodicesima): vince ancora Mariya Lasitskene (1,99). Prestazioni senza acuti anche per le altre azzurre impegnate nelle gare extra del Memorial Van Damme di Bruxelles. Sui 400hs, terzo posto di Ayomide Folorunso in 56.80, sesto per Yadisleidy Pedroso in 57.60. Sui 400 metri, sesto posto di Elisabetta Vandi in 54.20. Grandi risultati e gare avvincenti sui 1500 metri uomini, vinti dal keniano Timothy Cheruiyot in 3:30.22, e sui 3000 siepi vinti dall’under 20 etiope Getnet Wale in 8:06.92. Successi USA anche per Michael Norman sui 400 metri in 44.26 e per Ajeé Wilson sugli 800 donne in 2:00.24.

Ostacoli alti alla giamaicana Danielle Williams in 12.46 (0.0) e allo spagnolo Orlando Ortega in 13.22 (0.0). Negli altri concorsi, poker di diamanti per la greca Katerina Stefanidi nell’asta (4,83), successo della tedesca Malaika Mihambo nel lungo 7,03 (-0.9), e per i lanci vittorie nel disco per la cubana Yaimé Perez (68,27) e per lo svedese Daniel Stahl (68,68). Nel prologo di ieri, trofeo del peso al neozelandese Tomas Walsh con 22,30. Nelle altre gare extra, sui 400 uomini (seconda serie) vince il trinidegno Machel Cedenio in 44.93, mentre il belga Isaac Kimeli vince i 5000 metri in 13:13.02.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30840 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery