Partenza e arrivo della quarta tappa della Vuelta di Spagna sono posti a dieci metri dal livello del mare, dunque un percorso relativamente semplice per i corridori

La quarta tappa della Vuelta di Spagna 2019 presenta un percorso non molto impegnativo per i corridori, un solo GPM piazzato lontano dal traguardo e, per il resto, tanta pianura fino al traguardo finale.

LaPresse

La Cullera-El Puig di 175.5 km non renderà difficile la vita al gruppo, che non rimarrà comunque sempre sul lungomare, addentrandosi anche nell’entroterra e riducendo così il pericolo vento. Il Puerto de Onoret, caratterizzato da una salita di 5,8 chilometri al 4,5%, non sembra in grado di mettere a repentaglio i piani degli sprinter, considerando che si trova a 46 chilometri dalla conclusione della tappa. Favorito d’obbligo è senza dubbio Sam Bennett (Bora-hangrohe), soprattutto dopo la vittoria di ieri che certifica un grande stato di forma. Non bisogna però sottovalutare Luka Mezgec della Mitchelton-Scott, terzo sul traguardo di Alicante. Proveranno poi a far saltare il banco Fernando Gaviria (UAE Team Emirates), Edward Theuns John Degenkolb.