fabio aru
Foto Marco Alpozzi - LaPresse

Le conseguenze della caduta avvenuta nella prima tappa continuano a condizionare Aru, sempre più attanagliato dai dolori

Le condizioni di Fabio Aru peggiorano di giorno in giorno, causandogli lancinanti dolori nel corso delle tappe che continua ad affrontare alla Vuelta di Spagna.

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

La caduta avvenuta nella cronosquadre gli ha causato conseguenze peggiori del previsto, obbligandolo a convivere con acciacchi che aumentano con il passare dei giorni. Interrogato dalla Gazzetta dello Sport in vista della settima tappa, il sardo non si è nascosto: sono arrivato con gli altri ad Ares del Maestrat, ma faccio veramente fatica a stare seduto sulla sella. A spingere da seduto la gamba sinistra mi fa male. A livello muscolare ho tante tensioni post-caduta che sono peggiorate nei giorni successivi. Ma, ve lo posso assicurare, sono peggiorate in maniera notevole. La caduta mi ha condizionato, e pensare che ero arrivato qui con un’ottima condizione. Erano anni che non ero così in forma”.