Palermo, 9 ago.(AdnKronos) – Aprire una procedura di infrazione contro l’Italia per violazione dell’articolo 2 del trattato sull’Unione, quello che riguarda i diritti fondamentali. Ad avanzare la richiesta è il sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha inviato una lettera aperta al presidente del Parlamento europeo, alla Commissione europea e ai capi di Stato e di governo degli Stati membri. Nella sua lettera Orlando parla di “un attacco politico ed istituzionale allo stato di diritto, alle libertà fondamentali di tutti, alle libertà civili e politiche, alla libertà di espressione e di associazione”.
Al centro dell’attenzione sono i decreti sicurezza e le direttive del Ministero dell’Interno che, dice Orlando, “tendono a fare delle forze di polizia uno strumento, quasi personale e ad uso del governo o di una sua parte, di repressione del dissenso, della libertà di espressione e della libertà d’informazione”. In particolare, “le disposizioni a corpi militari dello Stato da parte del ministro dell’interno costituiscono un pericoloso tentativo di manipolare l’azione delle Forze armate e delle forze di polizia che hanno costituito e costituiscono ancora oggi un presidio fondamentale di rispetto della legalità costituzionale e della democrazia della nostra Repubblica”.