Roma, 8 ago. (AdnKronos) – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nella lettera che accompagna la firma del decreto legge sicurezza bis, rimette “alla valutazione del Parlamento e del governo l’individuazione dei modi e dei tempi di un intervento normativo sulla disciplina in questione”, per correggere le parti che a suo giudizio vanno modificate.