Palermo, 16 ago. (AdnKronos) – L’estate 2019 ha offerto, e continua ad offrire fino al mese di settembre, “un ricchissimo e variegato ventaglio di proposte che la Regione Siciliana, con gli assessorati dei Beni culturali e del Turismo, ha programmato già da un anno”. In prima fila, il Teatro Antico di Taormina, il Teatro di Siracusa, Selinunte e Segesta, ma anche realtà come il Parco delle Isole Eolie, Lilibeo e Catania ospitano cartelloni di grande interesse in contesti archeologici straordinari. Un sapiente mix tra visite tradizionali e offerte culturali al di fuori degli orari di visita: un’idea che conferma quanto vincente si stia rivelando la realizzazione del ‘Sistema Parchi”.
‘Abbiamo messo a punto – sottolinea con soddisfazione il governatore Nello Musumeci – un’offerta variegata e completa a riprova del grande impegno profuso dal governo regionale per valorizzare al massimo i siti culturali e monumentali dell’Isola alimentando un turismo di qualità. I dati che si riferiscono all’afflusso di visitatori, seppur parziali, ci dicono già che la strada imboccata è quella giusta. Un percorso attraverso il quale stiamo restituendo alla Sicilia il ruolo che merita nel panorama internazionale”.
Fondamentale il ruolo della pianificazione. E così la stagione del sito archeologico considerato il più esclusivo per bellezza e importanza storica – il Teatro Antico di Taormina – è iniziata l’11 aprile al 17 giugno con la Mostra ‘Arte Sicilia Contemporanea” di Francesco Messina. Un evento conclusosi il 17 giugno, che ha celebrato il famoso artista siciliano proponendo le sue opere più significative e facendo registrare un notevole successo di pubblico. Nei mesi di giugno e di luglio il cartellone di Taormina ha offerto i concerti di Francesco Renga, Francesco De Gregori, degli Earth Wind & Fire. Tra gli eventi legati al cinema internazionale, la 74esima edizione dei Nastri d’Argento e il Taormina Film Festival. E, ancora, l’esibizione dello storico gruppo degli America, di Caetano Veloso, de Il Volo oltre a Pagliacci, alla Cavalleria Rusticana, alla Traviata e alla Tosca. A portare alla ribalta le bellezze naturali e storiche della perla dello Ionio hanno contribuito il Premio Cinematografico delle Nazioni e Tao Moda.