Palermo, 1 ago. (AdnKronos) – “Il governo Musumeci e la sua maggioranza scappano in vacanza lasciando a mollo provvedimenti importanti, oltre la nomina dell’assessore ai Beni culturali, ormai assente da mesi. Un privilegio che i siciliani non potranno permettersi nonostante da più di un anno ci sia stata riconosciuta la condizione di insularità”. Così Antonio Ferrante del Partito democratico commenta la chiusura anticipata dei lavori dell’Ars.
“Già da tempo l’Europa ci ha riconosciuto la condizione di insularità, la cui applicazione concreta prevede, tra le altre, l’applicazione di tariffe speciali nei collegamenti – aggiunge – Ma, evidentemente, anche questo aspetto della vita dei siciliani non sta a cuore al governo regionale siciliano, troppo impegnato a garantire la permanenza al potere sua e della sua maggioranza senza aver prodotto, in due anni, uno straccio di provvedimento. Il governo regionale sappia che su questo, come sugli altri temi importanti per la vita dei siciliani, da settembre organizzeremo iniziative di piazza in ogni provincia. Non gli permetteremo di vivacchiare per altri tre anni mentre la Sicilia brucia”.