Palermo, 6 ago. (AdnKronos) – Anche per il prossimo anno scolastico 2019/2020, le famiglie siciliane con basso reddito potranno beneficiare della fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo. L’intervento è destinato agli studenti delle scuole medie e degli istituti superiori, statali e paritari, il cui nucleo familiare presenta un indicatore Isee pari o inferiore a 10 mila euro. Le famiglie potranno fare richiesta del buono libri direttamente all’istituto scolastico presso cui risultano iscritti i propri figli entro e non oltre il 30 settembre.
Sarà poi cura delle scuole darne comunicazione, entro il 31 ottobre, ai Comuni che a loro volta, entro il mese di novembre, provvederanno a raccordarsi con l’assessorato all’Istruzione al quale compete l’erogazione definitiva dei contributi. “Continuiamo a contribuire all’incessante e gravoso impegno delle famiglie meno agiate nel percorso educativo e formativo dei loro figli – ha commentato l’assessore Roberto Lagalla – L’istruzione è un diritto ma spesso la sua garanzia comporta notevoli sacrifici da parte di molte famiglie e a loro va certamente dedicata una particolare attenzione per garantire il sostegno necessario. Questa è la direzione intrapresa dal governo Musumeci verso la quale stiamo orientando le azioni finalizzate al miglioramento dei servizi e, in generale, della qualità del sistema d’istruzione regionale”.