Roma, 5 ago. (AdnKronos) – La sinistra, “che a malapena conosce la prima strofa” dell’Inno di Mameli, si scandalizza se viene suonato in spiaggia, ma non dice nulla se “Bella ciao viene cantata nelle discoteche mentre ancheggiano drogati e alcolizzati”. Lo ha affermato Ignazio La Russa, di Fratelli d’Italia, durante il suo intervento nell’Aula del Senato sulla fiducia al decreto sicurezza bis, dopo le polemiche per l’Inno nazionale suonato a Milano marittima alla presenza del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, mentre ballavano alcune cubiste.