Palermo, 1 ago. (AdnKronos) – “I ritardi della Regione sulla settima vasca di Bellolampo costringeranno Palermo, almeno fino a maggio 2020, a conferire altrove i propri rifiuti con un costo, per il solo 2019, di 11 milioni di euro, visto che parliamo di 850 tonnellate al giorno al costo quotidiano di 120 mila euro. Un peso economico insostenibile per la Rap e il Comune e di cui deve farsi carico l’unico responsabile di questa situazione: la Regione che ha perso un anno e mezzo per avviare i lavori in discarica”. Così i consiglieri al Comune di Palermo Paolo Caracausi (Idv) e Massimiliano Giaconia (Palermo 2022), rispettivamente presidente e componente della Commissione aziende del consiglio comunale.
“Abbiamo presentato in Aula un ordine del giorno, condiviso dai capigruppo, per impegnare il sindaco Orlando ad avviare ogni azione necessaria affinché la Regione si faccia carico dei costi, almeno fino alla realizzazione del primo lotto della settima vasca”, concludono.