Premier League, il razzismo è social! La rabbia di Troy Deeney: “mi chiamano ‘scimmia’ nei commenti, ma se li segnalo…”

LaPresse

Troy Deeney denuncia di aver subito atti di razzismo via social: la stella del Watford ha segnalato decine e decine di commenti, ma Twitter, Instagram e Facebook non sembrano prendere provvedimenti

Fin troppo spesso, purtroppo, il calcio deve avere a che fare con la piaga del razzismo. Striscioni, cori, ululati e chi più ne ha più ne metta, comportamenti meschini e rivoltanti che prendono di mira giocatori dal colore della palle differente da quello dei sedicenti ‘tifosi’. Dalla Premier League arriva la denuncia di un razzismo arrivato tramite social. La stella del Watford, Troy Deeney, ha svelato di essere stato costretto a cancellare e segnalare oltre 60 commenti nei quali veniva insultato come ‘scimmia’. Il giocatore si è poi sfogato: “perché Twitter, Instagram e Facebook non fanno nulla a riguardo? Ho segnalato almeno 60 messaggi con l’emoji della scimmia, ma mi viene ribadito che quel simbolo non è razzista”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (16904 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery