Palermo, 28 ago. (AdnKronos) – “La questione ‘pulizia in città” è diventata una priorità assoluta. Come sempre, a Palermo, nessuno ammette le proprie responsabilità. Non possiamo stare a guardare, noi cittadini siamo tutti quanti coinvolti, assieme a chi non riesce più a gestire questa orrenda situazione. La mia proposta? Se fossi sindaco, penserei all’unificazione delle due partecipate Reset e Rap. Due aziende che in pratica svolgono simili servizi, ma che non riescono a pianificare gli interventi condivisi”. E’ quanto dichiara Fabio Teresi, presidente della V circoscrizione di Palermo. “Questa proposta che oggi ho deciso di esporre pubblicamente – dice -porterebbe alla definizione di un consiglio di amministrazione, attraverso l’unificazione di tutte le figure presenti. Aumenterebbero i posti di lavoro, grazie ad una maggior richiesta di personale”. “Infine, si registrerebbe una miglior fruibilità dei servizi”.” Non è la prima volta che le opere svolte da Reset vengono lasciate in stand-by da Rap o viceversa. La colpa sta nella mancata coordinazione tra i due ed una unificazione potrebbe risolvere questi problemi, soprattutto a livello di gestione del consiglio di amministrazione e del personale. Sono pronto a presentare tutto il necessario per rendere possibile questa soluzione, non solo per la mia circoscrizione, ma per tutta la nostra Palermo”, conclude Teresi.