Olanda, la panchina di De Ligt allarma Koeman: il difensore olandese rischia il posto in nazionale

Il ct degli Orange si è soffermato sul mancato utilizzo di De Ligt a Parma, sottolineando come ad ottobre bisognerà fare delle valutazioni

Il mancato utilizzo di Matthijs De Ligt nel match tra Parma e Juventus ha sorpreso un po’ tutti, considerando i soldi spesi dal club bianconero per strappare il difensore ex Ajax alla concorrenza.

PA/LaPresse

La presenza in rosa di Bonucci e Chiellini smonta un po’ la stranezza della decisione della coppia Sarri-Martusciello, senza però evitare un pizzico quel pizzico di apprensione per Ronald Koeman. Il ct olandese è stato interrogato da NOS sulla situazione De Ligt, esprimendo il proprio punto di vista: “da un lato pensi che giocherà, perché il suo trasferimento è costato molti soldi. Ma se un club ha in rosa Chiellini e Bonucci, ci sta che l’allenatore possa fare una scelta diversa. Ho parlato con Matthijs due settimane fa, mi ha spiegato che deve adattarsi al modo di giocare e difendere. È qualcosa di diverso da quello a cui era abituato all’Ajax. Nel calcio italiano sicuramente la posizione conta di più della fisicità, che invece in Olanda è più importante. Nel momento in cui sceglie la Juventus, De Ligt si trasferisce in un altro paese e deve imparare una nuova lingua. Ci vuole tempo per ambientarsi, ma ovviamente non deve volercene troppo. Non sono ancora preoccupato, ma se a ottobre la situazione è ancora questa, allora potrei iniziare a pensare al fatto che non abbia il ritmo partita“.