Roma, 5 ago. (AdnKronos) – “La vita è un viaggio e come ogni viaggio arriva il momento in cui cercare un porto sicuro. E’ lì che decide il cuore e il mio appartiene al Cagliari e alla Sardegna, alla famiglia rossoblù. Con questa maglia addosso sono cresciuto, ho lottato e ho sofferto. Adesso sono pronto per nuove battaglie. Sono tornato a casa, la mia casa”. E’ il messaggio video con cui Radja Nainggolan riabbraccia il popolo rossoblù dopo 5 anni, 4 stagioni passate alla Roma e una con la maglia dell’Inter. “So com’è l’ambiente, so che c’è da lottare, ma l’ho già fatto una volta, sono pronto a rifarlo. Avevo qualche altra offerta, ma non è stato difficile scegliere”. Parla così della scelta di tronare a Cagliari il centrocampista belga Radja Nainggolan in conferenza stampa dalla ‘Sardegna Arena’ al fianco del presidente Giulini.
“Avevo già in testa quando sono partito 5 anni fa di tornare. Non pensavo così presto, a volte bisogna fare delle scelte nella vita che non ti obbligano ma ti facilitano la scelta. Ho tanta voglia di fare bene, perché non provare a scrivere una storia importante”, aggiunge il ‘ninja’. E sul futuro il giocatore in arrivo dall’Inter spiega. “Sono in prestito, se il presidente mi compra. Ho già parlato con Maran, il mio ruolo lo vedrete in campo”.
“Oggi ho fatto il mio primo allenamento e ho trovato un gruppo forte -spiega Nainggolan che sull’addio all’Inter aggiunge- Ne prendo atto, dopo l’obiettivo Champions l’Inter ha fatto altre scelte ma io sono contento di essere qui. Il sogno di ogni calciatore è la Champions, io l’ho provata ma poi ho fatto una scelta”.
“Diranno che è un passo indietro, ma è una scelta di vita e ne sono contento. Sono carico, chissà dove possiamo arrivare”, conclude Nainggolan che poi ringrazia Giulini. “Il presidente perché mi ha detto subito le cose chiare. Ha fatto qualcosa di quasi impossibile e mi ha convinto subito”.