MotoGp – A Silverstone tutta la verità di Jorge Lorenzo: “se ho contattato Ducati? Posso dire che…”

jorge lorenzo AFP/LaPresse

Jorge Lorenzo chiarisce i rumors di mercato durante il suo stop per infortunio: la verità del maiorchino della Honda in conferenza stampa a Silverstone

Riflettori puntati sui piloti in sala stampa a Silverstone: i campioni delle due ruote sono pronti a tornare in pista, dopo una settimana di pausa, per il Gp della Gran Bretagna. Motivati a gareggiare in terra inglese, dopo la cancellazione dello scorso anno per maltempo, i piloti non vedono l’ora di scendere in pista, anche per scoprire le modifiche apportate sull’asfalto britannico.

jorge lorenzo

Alessandro La Rocca /LaPresse

Occhi puntatissimi su Jorge Lorenzo, al ritorno alle gare dopo un lungo stop per infortunio: sono felice di tornare finalmente, dopo tanto tempo, davvero tantissimo tempo, non avevo mai passato così tanto tempo lontano dalle gare nei 17 anni in cui ho viaggiato il mondo insieme alla MotoGp, ma sono tornato, è stato molto difficile all’inizio , nelle prime due settimane il mio recupero è stato molto tempo, ma poi la velocità del recupero è stata molto più rapida, ho potuto ricominciare l’allenamento fisico, in piscina, ho ricominciato ad alzare pesi, con un po’ di dolore dopo il lavoro durante la notte, ma poi il dolore diminuiva, questo è il momento migliore per tornare in pista, puoi perdere molta velocità se stai troppo tempo lontano dalla pista“, ha esordito il maiorchino.

jorge lorenzo

Alessandro La Rocca /LaPresse

Per un infortunio come il mio c’è bisogno di tre mesi per recuperare pienamente e ne sono passati solo 2, sento un po’ di dolore ancora, l’edema sulla schiena, nelle vertebre c’è ancora, ho ancora un po’ di dolore, sento di poter essere in grado di correre, ci proverà e vedrò se sarò in grado di reggere per tutto il weekend, nono sono qui per lottare per la vittoria, per il podio o per le prime 5 posizioni, ma piano piano mi lascerò alle spalle l’infortunio“, ha aggiunto Lorenzo prima di parlare delle tante voci di mercato che lo hanno visto protagonista durante il suo stop: “posso dire che come persona dopo due brutte cadute, molto dure, è difficile. Ho fatto la caduta più brutta della mia carriera e ho iniziato ad avere dei dubbi, sulla mia vita e sulla mia carriera e credo sia umano, quando ho cominciato a sentirmi meglio e a recuperare questi dubbi hanno cominciato a sparire e l’impegno, la sfida che circa un anno fa ho deciso di intraprendere ho cominciato a convincermi di nuovo di questa sfida, ad essere competitivo con la honda, in modo da poter essere in grado di vincere con tre moto, una cosa che nessun pilota di MotoGp è mai riuscito a fare, ora comincio a sentirmi meglio e so che questo infortunio non mi darà altri problemi in futuro e quindi sono andato alla Honda e ho detto loro che voglio rinnovare il mio pieno impegno a questa sfida“.

jorge lorenzo

AFP/LaPresse

Ci sono state tante voci, io non c’ero, io non ho mai detto nulla, perchè sapevo di avere due anni di contratto con la honda, dato che la situazione è diventata molto strana e i rumors sono iniziati a crescere ho deciso di contattare alberto e dirgli che volevo rinnovare il mio impegno con la Honda. Se abbiamo contattato la Ducati? Sono qui per parlare del mio futuro. Ho un contratto di due anni, abbiamo dovuto attraversare delle difficoltà fino a questo momento, ma io ho firmato un contratto biennale e vorrei ottenere risultati con questa moto“, ha aggiunto Lorenzo.

E’ una combinazione di cose, devi modificare il tuo stile di guida ma devi dire agli ingegneri le indicazioni giuste, sta a loro cercare di farlo o no, magari ce la fanno e trovano qualcosa di positivo per te, a volte non ci riescono, l’infortunio non aiuta al processo di adattamento alla moto, forse potremo cominciare più verso la fine della stagione, la situazione è questa e dobbiamo adattarci, arriverà sicuramente qualcosa di positivo se avremo la giusta pazienza“, ha concluso poi il maiorchino sul processo di adattamento con la Honda.

jorge lorenzo

Alessandro La Rocca /LaPresse

Come sapete ho sofferto due cadute molto forti, molto gravi specialmente l’ultima ad Assen, quando ti fai veramente male come ho fatto io hai dei dubbi su te stesso e sulla tua carriera, ma quando la mia condizione fisica è migliorate, questi dubbi sono andati via e la mia sfida con la honda è rimasta ancora forte quindi ho chiamato Alberto per dirgli che ero convinto di rimanere con Honda. io penso che tutti noi siamo degli umani, non siamo macchine, abbiamo sentimenti e durante i momenti veramente brutti abbiamo dei dubbi, che riguardano tutti in generale, è normale avere dubbi, un pensiero convinto e grosso di lasciare le corse però non l’ho mai avuto“, ha aggiunto poi Lorenzo ai microfoni Sky.

 

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (34640 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery