AFP/LaPresse

L’analisi della gara al Red Bull Ring ed i complimenti a Dovizioso: le parole di Valentino Rossi dopo il quarto posto al Gp d’Austria

Una gara pazzesca oggi al Red Bull Ring: al Gp d’Austria lo spettacolo è assicurato. Andrea Dovizioso ha beffato ancora una volta all’ultima curva Marc Marquez, andandosi a prendere una vittoria speciale. Terzo posto invece per Fabio Quartararo, seguito da Valentino Rossi, autore di un’ottima rimonta, dopo una partenza dalla decima posizione.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Qui durante il weekend, soprattutto da ieri mattina i mio potenziale era partire tra i primi 5 6 e probabilmente avrebbe cambiato la gara, invece siamo tutti lì attaccati e dobbiamo ancora migliorare, faccio un po’ fatica a trovare quell’extra grip con la morbida, partendo decimo quindi è andata bene, è stata una bella gara, purtroppo quelli che avevo davanti andavano più forte, per il podio ero lì ma anche Quartararo era un pelo più veloce di me. Quando siamo arrivati qui venerdì mattina abbiamo visto che eravamo abbastanza competitivi più dell’anno scorso, siamo riusciti a migliorare la moto in accelerazione e a livello di elettronica, avevamo quindi un passo costante, perchè stressavamo la gomma dietro meno dell’anno scorso, bene dai, era da mesi che dicevo, ci tocca andare in Austria, Marquez e Dovi erano più veloci, c’è tanto da lavorare ma siamo nella direzione giusta, queste le parole di Valentino Rossi ai microfoni Sky al termine della gara.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Alla fine sul podio ci sono due morbide e una media, la morbida quindi probabilmente andava bene, ieri era fuori luogo la soft, invece oggi quelli con la media hanno perso un po’ e quelli con la soft hanno guadagnato, io soffro sempre un po’ di più con la gomma, quindi per me non so se era la scelta giusta andare con la soft, in 28 giri non so se sarei stato più veloce“, ha aggiunto il Dottore prima di focalizzarsi sui miglioramenti del suo team: “purtroppo il motore è sigillato, quello che abbiamo migliorato in accelerazione non è tanto in velocità pura ma in costanza di rendimento. Ora riusciamo a stressare meno la gomma e a essere più costanti, ma per quanto riguarda la velocità fino a Valencia non cambia, noi siamo quelli che siamo migliorati di più“.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Infine non è mancata una battuta su Andrea Dovizioso: “è un campione, ha vinto tante gare in MotoGp, gli manca il mondiale ma negli ultimi anni è sempre riuscito a lottare con Marquez, è la seconda forza del campionato, è grande ma ha ancora tanti anni per provare a vincere il mondiale“.