AFP/LaPresse

Il pilota della Honda ha commentato il lavoro svolto sul circuito romagnolo per la sessione di test conclusa ieri

Tanto lavoro per la Honda e, soprattutto, per Marc Marquez nei test di Misano. Il pilota spagnolo ha provato ben quattro moto in due giorni, riuscendo a fornire parecchi feedback ai propri ingegneri per bene indirizzarli nella progettazione del prototipo del 2020.

marc marquez
AFP/LaPresse

Ben 168 i giri completati, con un best di 1’32″905 che gli ha permesso di chiudere al decimo posto nella classifica dei tempi combinati tra Day-1 e Day-2: “è stato un test molto impegnativo, perché la stagione 2019 sta volgendo al termine e bisogna iniziare a pensare al 2020. Abbiamo provato delle cose che ci potranno essere utili nel finale di questa stagione, poi cose in vista della prossima ed è stato un test positivo. Penso di aver dato indicazioni precise e questa è la cosa più importante. Abbiamo provato delle cose per migliorare la moto ed i tempi sul giro, ma non posso darvi troppi dettagli. Con alcune cose era la prima presa di contatto, ma abbiamo lavorato nella maniera giusta, perché abbiamo capito bene le cose nuove e credo di aver dato commenti giusti e precisi agli ingegneri“.

 

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android