MotoGp, Valentino Rossi deluso: il Dottore ‘accoglie’ con amarezza il quarto posto di Silverstone

valentino rossi Alessandro La Rocca /LaPresse

Il pilota della Yamaha ha commentato l’esito del Gran Premio di Silverstone, chiuso al quarto posto dietro il compagno di squadra Viñales

Quarto posto per Valentino Rossi a Silverstone, il pilota della Yamaha sfiora il podio nell’appuntamento inglese, chiudendo alle spalle del compagno di squadra Viñales.

AFP/LaPresse

Un risultato positivo per il Dottore, partito secondo e costretto ad una gara in difesa, per via del gap in rettilineo pagato dalla Yamaha nei confronti di Honda e Suzuki. Interrogato sulla propria prestazione ai microfoni di Sky Sport MotoGp, Valentino Rossi ha ammesso: “purtroppo siamo delusi dal risultato di oggi, pensavamo di essere più competitivi. Avremmo voluto fare la gara che ha fatto Maverick. Da Rins mi aspettavo che era più come me, mi sarebbe piaciuto lottare per il terzo posto ma ero più in difficoltà, ho tenuto botta per metà gara, ho dovuto rallentare perché la gomma dietro scivolava. E’ stato un buon week-end, siamo partiti secondi e il risultato è sotto le aspettative. Fino a quando faceva più fresco sono riuscito a fare bene, ma oggi con più caldo ho fatto fatica. Abbiamo fatto il meeting, abbiamo parlato di questo, non so se sia per il mio stile di guida che stressa la gomma dietro, ma dobbiamo migliorare. Negli ultimi due week-end sono stato più competitivo, ora ci sarà un test a Misano tra giovedì e venerdì, lo scorso anno abbiamo fatto fatica, per noi è una gara speciale ci sono i tifosi, la famiglia ma è dura e bisogna prepararsi bene psicologicamente per il dispendio di energie, bisogna caricare le batterie per arrivare al 100% a Misano. Nella seconda parte della stagione sono stato abbastanza competitivo. Questo è stato un weekend molto buono, tipo Austin. Poi in Texas ero andato forte anche in gara, ma intanto speriamo di continuare così. Dobbiamo cercare di capire perché soffro di più di Maverick a livello di grip posteriore e poi trovare una soluzione“.

AFP/LaPresse

Sui test di Misano, Rossi ha sottolineato: “sono molto importanti, perché sono due giorni. C’è la possibilità di preparare il Gran Premio, ma soprattutto c’è quella di lavorare sul prototipo dell’anno prossimo. Spero che la Yamaha porti delle cose interessanti, sia per il 2020, quindi delle cose un po’ più grandi, che per l’ultima parte del campionato, perché ci sono ancora tante gare. Sul motore non si può fare niente, ma intorno si può fare tutto, quindi spero che ci siano delle cose buone per migliorare l’accelerazione e il grip posteriore, perché è una cosa su cui soffro sempre un po’ di più rispetto a Maverick e Quartararo“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (29588 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery