AFP/LaPresse

Il pilota spagnolo ha parlato dopo le qualifiche del Gp d’Austria, mettendo nel mirino Dovizioso in vista della gara di domani

Pole position storica per Marc Marquez in Austria, lo spagnolo infatti supera Mick Doohan nella classifica all-time in top class, suggellando una giornata davvero pazzesca.

AFP/LaPresse

La concentrazione del campione del mondo però è focalizzata già nella giornata di domani, quando toccherà tenere a bada Dovizioso per provare a vincere: “compiere il giro perfetto in questa pista è difficile, ci sono tante staccate ed è difficile farlo” le parole di Marquez ai microfoni di Sky Sport MotoGp. “Ho cercato di fare 1.22, ma non ce l’ho fatta. Dal box mi hanno detto di stare calmo, così ho abbassato il ritmo. Ho preso il rischio, ma comunque non era logico rischiare di cadere. Una fuga domani? Dipende da molte cose, la media e la soft dietro vanno bene. Ma la temperatura potrebbe cambiare il passo e il feeling, quindi bisogna attendere domani. Sarà interessante vedere la gomma di Dovizioso, se faremo però il nostro passo le chances di vittoria potrebbero essere tante. Dovi se spinge forte potrebbe metterci in difficoltà, dunque dovremo tenere gli occhi aperti. Credo che in pista quando segui qualcuno, hai riferimenti dei punti di frenata, le scie. Sarà più difficile scappare. Alla fine della gara la gomma crolla per tutti, nelle fasi iniziali si soffre di più, quindi bisognerà approfittare delle prove”.

AFP/LaPresse

Infine, Marquez ha svelato la sua strategia in caso di arrivo in volata: “Dovi ha un buon ritmo, se arriviamo insieme alla fine dovrò gestire, pensando che abbiamo 63 punti di vantaggio. Perdere 5 punti non è la stessa cosa di perderne 25. È chiaro che c’è tanta motivazione e voglia di vincere, ma la squadra mi ha ricordato che torneremo l’anno prossimo. Un mondiale costa più di una sola gara”.