mir joan
Alessandro La Rocca/LaPresse

Joan Mir, ancora alle prese con l’infortunio rimediato a Brno, salterà la gara in Austria: il team Suzuki ha deciso di non sostituirlo

Tramite una nota ufficiale emessa dal team Suzuki si apprende che Joan Mir salterà la gara del Gp d’Austria. Il pilota spagnolo, infortunatosi dopo un brutto incidente durante i test del lunedì di Brno, non prenderà parte alla prossima gara di MotoGp su consiglio medico, dedicandosi al pieno recupero fisico. Dopo due giorni in terapia intensiva all’ospedale di Brno, Mir si trasferirà oggi a Barcellona per sottoporsi ad ulteriori controlli presso la Clinica Dexeus, prima di trasferirsi ad Andorra per completare la riabilitazione. Il Team Suzuki ha fatto sapere che non lo sostituirà e si presenterà con il solo Alex Rins.

Davide Brivio, team manager della Suzuki, si è espresso così: “E’ un peccato che Joan non possa partecipare alla prossima gara in Austria, ma la cosa più importante è che recuperi in maniera adeguata. Le sue condizioni stanno migliorando e, fortunatamente, non c’è nulla di grave, ha solo bisogno di tempo per riprendersi dall’incidente. Con il GP d’Austria così vicino a quello di Brno, era troppo difficile per lui riuscire a recuperare in tempo e noi vogliamo che torni in moto solo quando sarà completamente guarito. Gli auguriamo il meglio e lo aspettiamo“.

Mir ha invece commentato: “E’ un peccato perdere questa gara dopo l’incidente nei test di Brno. E’ stato un brutto incidente e mi hanno portato in ospedale per effettuare controlli più approfonditi, perché ho rotolato molto nella ghiaia e preso molte botte. All’inizio facevo fatica a respirare a causa di una contusione polmonare, ma passo dopo passo le mie condizioni sono migliorate e ora mi sento meglio. La prossima mossa è andare all’ospedale Dexeus, dove mi sottoporrò ad ulteriori controlli medici per essere sicuro che tutto vada bene, poi tornerò a casa per riprendere il mio allenamento. Peccato, perché mi sentivo molto bene con la moto e stavamo per completare un test fantastico. Ora devo pensare ogni giorno a recuperare per arrivare a Silverstone al 100%, perché voglio mantenere la mia inerzia positiva con la moto e continuare a crescere in questa categoria“.