LaPresse/Stefano De Grandias

Marco Fassone torna a parlare del Milan: l’ex ad rossonero svela alcuni retroscena di mercato commentanto l’errore di Bonucci, la trattativa per Belotti e il sogno di portare a Milano Cristiano Ronaldo

Passiamo alle cose formali“, questo slogan qualche anno fa fece sognare i tifosi del Milan. Era l’estate della proprietà cinese, quella del budget ‘illimitato’, in grado di ricostruire la squadra e far sognare i tifosi. ‘Le cose formali’ erano le firme dei tanti contratti da parte di Marco Fassone, allora amministratore delegato del club rossonero. Come andò a finire lo sappiamo tutti: il Milan si indebitò, Mr. Lì scomparve nel nulla e il fondo Elliott dovette subentrare per salvare la situazione. Gli strascichi di quei problemi finanziari la società rossonera li sta pagando ancora adesso con l’esclusione dalle coppe europee.

Marco Fassone, licenziato dopo l’arrivo del fondo americano, è tornato a parlare ai microfoni di Sportitalia svelando alcuni retroscena di mercato sul Milan: “a posteriori posso ammettere di aver sbagliato a prendere Bonucci dalla Juve. Avevamo un budget di oltre 70 milioni per l’attaccante di punta, ma quando è emersa la possibilità di prendere Leo, Montella si è convinto che fosse meglio spendere parte della cifra per il difensore. Chissà, avessimo rinunciato a Bonucci sarebbe cambiato tutto. Attaccante? Siamo stati vicini a Morata e Aubameyang, ma era con Belotti che il discorso era veramente avanzato. Cristiano Ronaldo? Per Mr. Li era una fissazione: lo voleva a tutti i costi e insisteva. Ne abbiamo parlato con Mendes, perché Cristiano sarebbe già stato disponibile a lasciare il Real Madrid e il Milan è un club di fama mondiale, gli piaceva. Il problema è che l’operazione non era sostenibile e dopo aver fatto delle simulazioni interne, abbiamo rinunciato a provarci seriamente“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE