Taormina (Messina), 11 ago. (AdnKronos) – “I muri non si imbrattano. Punto. Né pro né contro”. Lo ha detto Matteo Salvini parlando dell’iniziativa del leghista di Taormina che nei giorni scorsi ha imbrattato il murales in cui la capitana della Sea Watch 3 appare in veste di “Madonna” con un bambino che indossa giubbotto di salvataggio in braccio. Sul braccio sinistro Carola ha invece una borsetta di primo soccorso.
L’opera in questione si intitola: “Santa Carola protettrice dei rifugiati”. L’autore dell’iniziativa è stato l’avvocato Giuseppe Perdichizzi, esponente della Lega. L’uomo, armatosi di una bomboletta spray, ha danneggiato l’opera d’arte contemporanea cancellando il volto di Rackete e del bimbo. Su un foglio c’era scritto: “Noi stiamo con lo Stato italiano e la guardia di finanza, gli assassini in galera. Prima gli italiani e chi li difende. Grazie Matteo”.